Il tour delle sardine fa tappa anche a Cisterna il 31 gennaio

Il tour delle sardine fa tappa anche a Cisterna il 31 gennaio

29 Gennaio 2020 0 Di Luca Cianfoni

Venerdì 31 gennaio la provincia di Latina sarà attraversata da un banco di sardine che partendo da Priverno arriveranno fino ad Aprilia, facendo tappa anche a Cisterna di Latina, in piazza A. Saffi fianco comune vecchio dalle 16 alle 17.30.

Le sardine in provincia di Latina

Dopo l’evento di sabato 7 dicembre, che ha riempito Piazza del Popolo a Latina, le sardine hanno deciso di spostarsi dal centro alle periferie e di solcare, pardon di nuotare, per tutto il territorio della provincia di Latina. Un tour quello delle sardine della provincia di Latina, che sarà occasione per la riconquista degli spazi pubblici e inoltre occasione di ascolto delle problematiche delle persone che vivono in provincia e in periferia.

Questo tour dovrà essere l’occasione per ricreare una comunità, coesione ed inclusione sociale tra la cittadinanza, in quei luoghi in cui, fino ad oggi, i cittadini e le cittadine non sempre hanno trovato risposta alle proprie istanze. Dove hanno, però, attecchito le destre sovraniste e la guerra tra ultimi è stata spacciata per soluzione. Nelle periferie sono state disattese aspettative anche da chi avrebbe dovuto, per cultura e storia, stare vicino al popolo e ascoltarne le necessità. Ripartiamo da noi: riappropriamoci dei luoghi fisici, costruiamo contro narrazioni delle nostre realtà, valorizziamo il nostro territorio. Il risveglio delle coscienze, volto al riscatto della società, è una necessità non più procrastinabile ed è compito di ognuno di noi essere parte integrante e attiva per un cambiamento in positivo.

L’evento Sardina Amplifica Sardina

Così scrivono sul loro evento facebook Sardina amplifica Sardina e il loro obiettivo è proprio quello di essere un megafono dei problemi della gente comune, di amplificare la voce dei cittadini e di bussare alle porte delle amministrazioni seppur locali.

“Stiamo costruendo una rete provinciale – dice Anna Claudia Petrillo responsabile provinciale del movimento – partendo dall’idea di aggregare i territori. Stiamo quindi costruendo un coordinamento coinvolgendo i comuni e i gruppi locali. Organizzeremo dei sit-in e con un pullmino raggiungeremo questi comuni per incontrare i cittadini e raccogliere le loro istanze. Lo abbiamo già fatto a Roma e abbiamo incontrato persone che avevano delle necessità e che ci manifestavano le loro esigenze, ma anche molti cittadini che hanno visto in noi una speranza. Faremo lo stesso anche in provincia, cercando di recuperare il contatto con la gente”.