Linea Blu al Circeo per il futuro del mare

Linea Blu al Circeo per il futuro del mare

18 Giugno 2020 0 Di Luca Cianfoni

Sabato 20 giugno, Donatella Bianchi e la trasmissione della Rai Linea Blu sarà nella città di San Felice Circeo per parlare del suo splendido mare.

La bellezza del nostro territorio

Per molte volte dalle colonne di questo quotidiano online abbiamo parlato della bellezza e della varietà del nostro territorio. Dai monti Lepini, Ausoni e Aurunci, fino alle spiagge del litorale pontino sono molti i luoghi che fanno innamorare i turisti di questo angolo di terra. Per molti anni le nostre spiagge infatti sono state meta anche di personaggi illustri, dello spettacolo, della politica, intellettuali e scrittori e così via. Prima di tutti però il mito ha toccato queste sponde, con la storia di Ulisse e della Maga Circe, che aspetta il ritorno del suo amato per potersi risvegliare. E proprio a San Felice Circeo e a tutto il territorio circostante sarà dedicata la puntata di sabato 20 giugno della nota trasmissione Linea Blu della Rai condotta da Donatella Bianchi.

“L’eredità del mare”, l’omaggio di Donatella Bianchi

Dall’esperienza maturata dalla giornalista e conduttrice di Linea Blu è nato il suo ultimo libro, “Leredità del mare”, un omaggio alla bellezza del Mare Nostrum, patrimonio storico, sociale, ambientale ed economico di inestimabile valore per il nostro Paese. Un libro ispirato dalla bellezza del Tirreno e pensato per tutelare il nostro mare dall’inquinamento e dai cambiamenti climatici. Proteggere l’ambiente marino è diventata ormai una necessità che non può più essere rinviata, se vogliamo lasciare alle generazioni future un mare in salute, lascito prezioso per il mondo e l’umanità che verranno.

“Quella del mare è un’eredità cruciale per il futuro del nostro Paese – afferma l’autrice – Come focalizzato da Piero Angela nella prefazione al libro, noi siamo al centro di un pianeta, perché, dobbiamo ricordarlo, il Mediterraneo non è una distesa d’acqua ma un pianeta. Pensiamo alle opportunità, al ruolo che abbiamo svolto nella storia, alle grandi civiltà del passato, e noi in mezzo a questo fermento di culture, di commerci, di scambi, di economie, al centro di quello che è un grande parco marino meraviglioso, a quella grande oasi che in fondo il Mediterraneo è, un concentrato di biodiversità che tutto il mondo ci invidia. È questa l’eredità. Ho provato a raccontare quello che amo ripetere, che il Mediterraneo non è come sembra”.

Donatella Bianchi il cui impegno a favore del mare le ha dato vari riconoscimenti tra cui commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, ambasciatore della biodiversità del ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare, Tridente d’oro dell’Accademia delle Scienze e delle Tecniche Subacquee di Ustica, dal 2014 è anche presidente del WWF Italia e dal 2019 è presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Il suo libro, l’eredità del mare è già presente su tutti gli store digitali e nelle librerie

 

l'eredità-del-mare