Sezze, la Cgil “interoga” i candidati sindaci: domenica al Calabresi

Sezze, la Cgil “interoga” i candidati sindaci: domenica al Calabresi

15 Settembre 2021 0 Di Fatto a Latina

(nota della Cgil) Domenica 19 settembre 10,  presso il centro Ubaldo Calabresi,. si terrà il confronto pubblico con i 4 candidati a Sindaco del Comune di Sezze: Serafino Di Palma , Sergio Di Raimo, Lidano Lucidi e Rita Palombi.
In quella data Sezze si troverà nel vivo della campagna elettorale e, il contributo della Cgil, vuole essere quello di chiedere, a nome dei nostri iscritti, lavoratori e pensionati, un impegno preciso sui temi strategici quali : Risanamento economico e finanziario dell‘Amministrazione comunale necessaria per rilanciare un’ idea
di paese con Lavoro, Sviluppo, Legalità, Cultura, Sevizi pubblici e quant’altro. In sintesi :“ Quali idee per il Paese“.
Sarà necessario partire dal risanamento finanziario dell‘Ente Locale che, purtroppo, chiude l‘ultima approvazione del Bilancio 2021/2023 con un disavanzo di € 4,5 milioni di Euro, anche dovuti all‘alto livello di evasione tributaria diffusa soprattutto nei settori medio alti.
Il lavoro rimane un aspetto strategico ,visto che il tasso di disoccupazione giovanile e femminile risulta ancora superiore alla media prov.le ,così come il reddito medio delle famiglie e‘ situato tra le fasce basse della classifica prov.le. Il Comune puo‘ dare un contributo importante, a partire dal ripristino del tournover della
pianta organica funzionale comunale, così come nella SPL (società partecipata) che necessita di un piano industriale necessario anche per una riorganizzazione interna utile pure per la stabilizzazione dei dipendenti precari . Inoltre capire quale idea per il turismo, ambiente , agricoltura, centro storico, e decentramento dei servizi. Un piano disciplinato della mobilità insieme alla riorganizzazione dei servizi amministrativi comunali, a partire dalla raccolta differenziata ancora sotto soglia del 35%….,Urgente una nuova riorganizzazione dei servizi presso il cimitero comunale, noto alle cronache per l‘inchiesta della Procura della Repubblica che non può essere strumentalizzata ai fini elettorali ma di cui va rispettato, ovviamente l‘autonomia di giudizio. Poi i temi della cultura, legalità, dell‘accoglienza , dell‘integrazione e lotta alla povertà.

Infine un appello perchè la classe politica si faccia parte dirigente e sappia avere la capacità di fare sistema soprattutto nel momento che le risorse del Piano di PNRR varato dal Governo richiede che gli EE.LL. ritrovino una capacità di progettazione per il rilancio di attività, infrastrutture, sostegno al welfare necessari per ridurre le
sacche di povertà presenti nel nostro territorio e rilanciare sviluppo compatibile ed occupazione.
L‘utilizzo dei PUC ,riservato a chi usufruisce del reddito di Cittadinanza ,da parte comunale è stato solo un primo passo per avviare e sperimentare formazione e ricollocazione temporanea di cittadini esclusi dal processo produttivo.
La Cgil, che ha sempre mantenuto piena e totale autonomia dai partiti e schieramenti elettorali , intende partecipare per aiutare il confronto su temi e progetti utili alle comunità locali, in un confronto costante che non può e non deve limitarsi alla fase elettorale, nella difesa di un patrimonio storico politico culturale, che non si può disperdere, di valori che hanno caratterizzato le generazioni di Sezze come cittadina antifascista, progressista, inclusiva ed accogliente.

Il dibattito sarà moderato dai giornalisti Francesca Balestrieri del „Il Messaggero“ e Lidano Grassucci Direttore del “Fatto a Latina“ con la partecipazionedel responsabile della Cgil dei Monti Lepini Salvatore Piccoli e del il Segretario Generale della CGIL FR-LT Giovanni Agostino Gioia.