Maenza, Iaia Forte legge “La Storia” di Elsa Morante

Maenza, Iaia Forte legge “La Storia” di Elsa Morante

3 Ottobre 2019 0 Di Luca Cianfoni

Nell’ambito del progetto “Piccoli Comuni incontrano la cultura”, sabato 5 ottobre al Castello Baronale di Maenza alle 21, l’attrice Iaia Forte, legge “La storia” di Elsa Morante.

Iaia Forte legge “La storia” di Elsa Morante

Il secondo appuntamento del progetto Piccoli comuni incontrano la cultura della Regione Lazio realizzato da ATCL in collaborazione con LazioCrea e il Comune di Maenza, è dedicato alla letteratura, ad uno dei più famosi romanzi del Novecento: “La storia” di Elsa Morante. Scritto nel 1974 e ambientato a Roma durante la Seconda guerra mondiale e nell’immediato dopoguerra, è un appassionato e visionario racconto degli eventi bellici tra i quartieri romani martoriati dai bombardamenti e le borgate di periferia, in cui si muovono formazioni partigiane e nazifascisti. Dal libro è stato tratto anche un omonimo film diretto da Luigi Comencini nel 1986, con Claudia Cardinale nel ruolo di Ida. A dare voce alla protagonista e alla sua difficile vita, una grande attrice che si divide con successo tra cinema e teatro: Iaia Forte, il 5 ottobre ore 21 al Castello Baronale di Maenza.

“La storia” di Elsa Morante è la storia di Roma

Così Iaia Forte racconta la serata:

Quando ho letto la Storia ero molto giovane, e mi è sembrato di capire per la prima volta cosa significasse la parola “guerra”. Avevo sempre pensato che fosse una cosa terribile, ma non avendone esperienza non comprendevo veramente ciò che poteva provocare. Invece i destini di Useppe, Ida, Ninnuzzo, i cani, Carlo, i gatti, Roma, gli ebrei, i tedeschi, gli ultimi che hanno difficilmente voce, si sono iscritti profondamente nella mia memoria. La Morante è riuscita a farmi com-patire tutto ciò che veniva mutilato, la città , come il corpo e la psiche degli esseri umani, raccontandomi un mondo doloroso e smembrato con un amore profondo che non diventa mai sentimentale. C’è in questo romanzo un epica dell’umano così intensa, da renderlo un vero romanzo politico. Mi conforta poterlo leggere in pubblico, ritengo che in un momento come quello attuale, in cui si tende a rimuovere ogni memoria, sia doveroso dare voce alla nostra migliore letteratura. E’ il mio contributo morale, ed ora più che mai credo che un atto morale sia un piccolo atto politico

Gli altri comuni che partecipano al progetto

Il progetto “Piccoli Comuni incontrano la cultura” della Regione Lazio realizzato da ATCL in collaborazione con LazioCrea, è pensato per 47 piccoli comuni, comunità al di sotto di 5000 abitanti, per il quale si sono sviluppate tante importanti collaborazioni: Teatro di Roma, Conservatorio di Santa Cecilia, Roma Lazio Film Commission, Progetti Speciali-ABC della Regione Lazio, ma soprattutto tutte le amministrazioni locali. Per poco più di 2 mesi, dal 28 settembre al 30 novembre, l’intero territorio sarà attraversato da concerti, spettacoli, attività per bambini, danza, incontri per un totale di 25 compagnie, 110 tra attori e tecnici, 20 tra studiosi e scrittori: un caleidoscopico calendario di eventi che disegnerà un itinerario “fantastico” di riscoperta del piccolo/grande territorio.

 

I Comuni coinvolti della provincia di Latina sono: Bassiano, Castelforte, Maenza, Norma, Prossedi, Rocca Massima, Roccasecca Dei Volsci.