Il PD: “Latina avrà un nuovo ospedale”

Il PD: “Latina avrà un nuovo ospedale”

11 Dicembre 2019 0 Di Fatto a Latina
Latina avrà un nuovo ospedale, parola di Alessio D’Amato, assessore alla sanità della Regione Lazio.
Nell’ incontro in Regione tra PD e Assessore alla sanità Alessio D’Amato è emersa la scelta della regione di investire 230 milioni di euro per il nuovo ospedale DEA  secondo livello con 524 posti letto. “
Dopo diversi incontri del Segretario Provinciale del Pd Claudio Moscardelli e dei consiglieri regionali Enrico Forte e Salvatore La Penna in Regione Lazio con l’assessore alla sanità Alessio D’Amato, è arrivato martedì il via libera per destinare le risorse necessarie per il nuovo ospedale di Latina che sostituirà il Santa Maria Goretti.
Sorgerà sull’area di proprietà della Regione Lazio di 13 ettari situata in prossimità di Borgo Piave, vicina quindi alla Pontina. 
“È con grande soddisfazione che il PD annuncia questa scelta in favore del nostro territorio e si ringraziano l’assessore regionale D’Amato e il Presidente Zingaretti per questo investimento nella sanità pontina” commenta Moscardelli.
Nella nota congiunta con Enrico Forte e Salvatore La Penna si spiega anche che l’intervento arriva “Insieme alla stabilizzazione dei precari , all’assunzione di personale infermieristico e medico, all’investimento in tecnologia , alla salvaguardia di tutti i Punti di Primo Intervento e alla decisone di ampliare il servizio dei Punti di primo intervento con le Case della Salute rafforzando il pilastro della sanità territoriale”
“La Regione Lazio – continuano – fa significativi investimenti sull’edilizia sanitaria e, dopo aver stanziato le risorse necessarie per realizzare l’ospedale del Golfo a Formia, sceglie di realizzare il nuovo ospedale Dea di II livello a Latina. La Regione sta approntando il provvedimento per l’aggiornamento della rete ospedaliera e dall’ultima riunione è scaturita la decisione di inserire la nuova struttura ospedaliera di Borgo Piave che sostituirà il Santa Maria Goretti con lo stanziamento di 230 milioni di risorse pubbliche attinte al fondo per l’edilizia sanitaria di 800 milioni della Regione Lazio finalmente sbloccato con il risanamento dei conti “