Cisterna, premi arretrati ai dipendenti, cittadinanza alla Segre e sala della musica

Cisterna, premi arretrati ai dipendenti, cittadinanza alla Segre e sala della musica

12 Dicembre 2019 0 Di Luca Cianfoni

Si è svolto oggi un consiglio comunale a Cisterna in un aula consiliare molto fredda, surriscaldata però dalle polemiche sulla cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre e sullo scontro tra Capuzzo (M5S) e il sindaco Carturan.

Consiglio comunale Cisterna, la discussione sulla cittadinanza alla Segre

Si riaprono i lavori di questo consiglio comunale, riprendendo la discussione sulla cittadinanza onoraria alla senatrice Segre, vittima di continui messaggi di odio. L’argomento principale della discussione diventa immediatamente la e-mail inviata dal sindaco durante l’ultimo consiglio comunale, in cui veniva bollata la richiesta di parte della minoranza come un’azione pubblicitaria (“..trovo che offrire alla stessa la cittadinanza onoraria possa apparire in questo momento più come un tentativo da parte nostra di cercare pubblicità che un effettivo contributo alla lotta contro l’intolleranza, il razzismo, l’antisemitismo e l’idiozia in generale”, si trova scritto nella mail del Sindaco). L’accusa della consigliera Innamorato e del consigliere Santilli al Sindaco è di non aver rispettato un iter formale e di aver bloccato a prescindere con la sua e-mail il cammino di quella mozione, che sempre secondo la minoranza doveva arrivare alla conferenza dei capigruppo e poi in consiglio comunale.

La maggioranza la pensa come il sindaco? La cittadinanza era un segnale di vicinanza alla senatrice Segre che riceve 200 messaggi d’odio al giorno – dice la consigliera Innamorato. Questa è una decisione presa da lei in autonomia? Il presidente del Consiglio Comunale vuole portarla alla conferenza dei capigruppo? Ritiene ancora sgradevole questa cittadinanza?

Anche Santilli in merito incalza:

Rispetto alla manifestazione di Milano lei è stato invitato a partecipare? Se non poteva partecipare poteva inviare il vice sindaco perché in fondo si parla di odio. Perché questa chiusura alla mozione? La cittadinanza onoraria avrebbe dovuto filare liscia, e doveva essere approvata all’unanimità dal consiglio comunale.

Nella procedura però c’è un vizio di forma che il presidente del consiglio comunale Di Cori tende a sottolineare ai sottoscrittori dell’iniziativa Segre. Mancherebbero infatti le firme necessarie (1/5 del consiglio comunale) per poter far avviare l’iter formale che porti la mozione ad essere discussa nella conferenza dei capigruppo e poi all’interno del consiglio comunale. Preso atto di questo non senza polemiche (Santilli infatti accusa la giunta e l’amministrazione di nascondersi dietro il regolamento), la minoranza promette di nuovo la presentazione della mozione con il numero necessario di firme, chiedendo anche quella del Sindaco. Carturan nel rispondere continua a portare avanti coerentemente la sua linea e riferisce:

Continuo a pensare che questa cosa sia speciosa e brutta. La Segre ha ricevuto la massima onorificenza da parte del Presidente della Repubblica essendo stata nominata senatrice a vita, cosa aggiungerebbe la cittadinanza onoraria di Cisterna? Il nostro impegno per la memoria di ciò che è accaduto lo portiamo avanti ogni anno inviando centinaia di ragazzi ad Auschwitz; siamo tra i comuni in provincia che ne hanno portati di più. Dal mio punto di vista non c’è bisogno della cittadinanza onoraria, se però vogliamo portarla in discussione al consiglio comunale anche io firmerò la mozione presentata dalla minoranza.

Un po’ di imbarazzo invece è prodotto dal silenzio tombale che avvolge i banchi della maggioranza, che sulla questione non prende posizione e non esprime con nessuno dei suoi esponenti alcun parere né positivo, né negativo sulla vicenda.

Lo scontro Capuzzo-Carturan nel consiglio comunale di Cisterna

Anche il consigliere Capuzzo infine interviene sull’argomento, dicendosi anche lui non orientato a concedere la cittadinanza alla Segre ma aperto alla discussione e in seguito a un possibile conferimento. Nella sua dichiarazione poi afferma che

…di azioni concrete da fare ce ne sono tante. Sulla vicenda dei viaggi ad Auschwitz però andrei sull’atto pratico visto che Cisterna ha sempre avuto l’attenzione su questo tipo di iniziativa; all’interno di quella delibera a favore delle scuole per il viaggio della memoria, volevo sapere se erano inclusi anche i viaggi gratuiti per i consiglieri di maggioranza, di opposizione, giunta, e membri dello staff, vorrei evitare che questo si trasformi in un viaggio-vacanza. Una questione è lavorare per il comune, un conto è unire l’utile al dilettevole. Questo comune ha bisogno di una programmazione a lungo termine e purtroppo c’è un giro troppo grande di persone all’interno del palazzo dei servizi che girano sempre e forse si aggiustano le loro cose.

A questo punto lo scontro si inasprisce, anche perché oltre il tema del viaggio della memoria vengono messi sul campo anche altri argomenti, come l’accusa di malagestione dei dipendenti comunali e una non programmazione dell’azione amministrativa da parte della giunta e della maggioranza comunale. Diventata la discussione incandescente, il sindaco decide di uscire dall’aula e non partecipare più alla discussione, in segno di polemica aperta con il consigliere di minoranza Capuzzo.

Buone notizie per i musicisti, la sala della musica è in arrivo

Infine cambiando completamente argomento, il consigliere Santilli riporta la discussione sulla buca in centro, sul Centro Polivalente di San Valentino e sulla relativa sala della musica che avrebbe dovuto prendere forma all’interno della struttura.

Chiediamo notizie a questa amministrazione sulla buca al centro, siamo un po’ preoccupati visto lo stato di sicurezza del sito. Mentre per la sala della musica? È in funzione? Sta lavorando? Di chi sarà la gestione? È passato un anno e non si è più saputo niente di questa iniziativa.

Sulla prima domanda purtroppo non è stata fornita dalla giunta alcuna risposta, che forse doveva arrivare dal Sindaco o magari dall’assessore all’urbanistica Campoli, che era presente ma che non ha preso la parola. Sulla questione sala della musica invece a rispondere in maniera esauriente invece è stato l’assessore Alberto Ceri

La sala della musica è parzialmente finita. Mancano ancora delle cose da comprare come mixer e PC, ma ci sono dei soldi in capitolo di bilancio e verranno spesi a questo proposito. Sulla gestione ancora non è stato deciso a chi verrà affidata, ma non appena termineranno i lavori la giunta si adopererà per dare la migliore soluzione.

Consiglio comunale Cisterna, soldi in arrivo per i dipendenti comunali

Buone notizie arrivano infine anche per i dipendenti comunali; infatti l’assessore al bilancio Di Candilo riferisce che dagli anni passati erano rimasti dei soldi bloccati all’interno del bilancio del comune di Cisterna in riferimento agli obiettivi raggiunti nel 2017 dai dipendenti comunali, dai dirigenti e dal segretario comunale. Questi soldi che nel 2018 non erano stati potuti erogare per i due commissariamenti succedutisi a distanza di pochi mesi verranno erogati ora, insomma un bel regalo di natale. In totale le cifre che il comune erogherà sono di 11.000€ circa per il segretario comunale, 31.000€ circa per i dirigenti e infine 360.000€ circa per i dipendenti.