“Ho sognato di parlarti” il libro che racconta le donne nella scienza

“Ho sognato di parlarti” il libro che racconta le donne nella scienza

11 Febbraio 2020 0 Di Luca Cianfoni

Oggi, 11 febbraio, si celebra in tutto il mondo un anniversario poco pubblicizzato ma importantissimo, ovvero quello della giornata internazionale della donna nella scienza.

La giornata internazionale della donna nella scienza

Un giorno importante oggi 11 febbraio per ricordare le donne nella scienza che da sempre portano avanti la ricerca scientifica. Ancora più importante in questi giorni che le tre donne dello Spallanzani, non facendo altro che il loro lavoro fino a pochi giorni prima ignorato da tutti, sono riuscite ad isolare il coronavirus per poterlo studiare meglio e trovare un antidoto all’epidemia mondiale che non accenna a placarsi. Quest’ultimo importante atto dovrebbe puntare i riflettori su quanto effettivamente le ricercatrici e i ricercatori italiani siano tra i migliori al mondo e di come la ricerca, nonostante sia da anni vessata dai tagli della politica, riesce sempre a compiere la sua missione primaria, ovvero cercare di migliorare la vita delle persone.

giornata internazionale delle donne nella scienza

“Ho sognato di parlarti”, il libro di Alessia Mattacchioni

Ebbene in concomitanza con questa importante giornata internazionale delle donne nella scienza, l’Associazione Culturale Sintagma diretta da Mauro Nasi annuncia che prossimamente presenterà il nuovo libro della fisica Alessia Mattacchioni.

“Un libro che racconta l’epopea sconosciuta delle donne pioniere della fisica. Scienziate vissute tra il 1700 e il 1900 di cui troppo poco è conosciuto il valore e l’impegno in un ambito spesso di completo dominio maschile. Un libro che dà voce alle protagoniste, parole al loro silenzio, che racconta straordinarie esperienze di vita, con i tratti tipici del romanzo storico, ma in forma dialogica. L’autrice, con il suo stile scorrevole e coinvolgente, ci porta dentro le loro storie personali e scientifiche alla scoperta di una epopea femminile poco nota, talvolta tragica, ma che traccia una storia necessaria a comprendere non solo il passato, ma anche il presente.”

Questa è l’anteprima che lancia le presentazioni di rito che avverranno nelle prossime settimane, un libro dunque che raccoglie le esigenze e le necessità di parlare di quelle donne che, come le tre ricercatrici dello Spallanzani, lavorano tutti i giorni per il bene e il progresso della scienza, ma che a volte vengono dimenticate dalle pagine dei libri di storia, solo per il fatto di essere donne.

ho sognato di parlarti