Romani si perdono in Semprevisa, li salvano i “galli” di Memmolix

Romani si perdono in Semprevisa, li salvano i “galli” di Memmolix

2 Agosto 2020 0 Di Lidano Grassucci

Gli ho detto che nel centro di Bologna
Non si perde neanche un bambino
Mi guarda con la faccia un po’ stravolta
E mi dice “Sono di Berlino”

Lucio Dalla, Disperato erotico stomp

LA MORALE

Due escursionisti romani recuperati in Semprevisa dopo che si erano persi. Vale per tutti il vecchio adagio, se il Signore vi fa vivere in città evitate di fare gli stambecchi su per le montagne, poi vi perdete . Come a Bologna si perdono quelli che sono di Berlino. La montagna si rispetta è un mondo che gli umani frequentano ma non è il loro mondo. Loro, gli umani sono da piano o di quelli di noi che la sanno leggere la montagna, e la scuola della montagna sta nella gente che la conosce e la rispetta. A 40 gradi non voi per boschi, poi il caldo, il sole e la montagna fanno il “rigetto”. Tutto è bene quel che finisce bene, ma la montagna vera non è uno spot pubblicitario e lassù non servono muscoli, pettorali, ma testa e testone. E vale il mio vecchio adagio… se il signore ve voleva manna n’Semprevisa ve faceva carpinetani o bassianesi, e se era meglio ve faceva sezzesi come me, ma a me mi fece pure pigro e vi aspetto tutti al bar davanti a na birra fresca. Insomma i romani si sono persi, gli uomini di Memmo Guidi li hanno salvati, come se Asterix salvasse gli uomini di Cesare, anzi non Memmo Guidi, ma Memmolix.

LA NOTA DEL COMUNE DI BASSIANO

Ritrovati dalla Protezione civile di Bassiano, dalla Polizia locale e dal consigliere Fabio Alessandroni due escursionisti romani che partiti, dove avevano lasciato la macchina, dal Comune di Carpineto per raggiungere Cima Nardi hanno perso le tracce delle segnalazioni del sentiero inoltrandosi fin sotto la sorgente della Fota. Da lì non sapendo recuperare l’orientamento hanno chiesto aiuto dopo diverse ore di girovagare nelle sterpaglie con il caldo torrido ed in preda alla disperazione si sono fermati e sono rimasti in attesa che i soccorritori giungessero sul posto. Sono in buona condizioni, ma spaventati. Ora verranno riaccompagnati dalla Protezione civile e dal Comando Polizia municipale nel comune di Carpineto per recuperare il proprio mezzo