Autore: Lidano Grassucci

Direttore di Fatto a Latina. Giornalista professionista, laureato in scienze politiche, è stato direttore de Il Territorio, Tele Etere, Economia Pontina, Latina Quotidiano, caposervizio presso Latina Oggi e autore di numerose pubblicazioni.
13 Ottobre 2019 0

Latina, la città che non sa chiedere scusa. Città aeducata

Di Lidano Grassucci

Un vigile che voleva far vedere di contare ferma il corteo degli alpini con tanto di banda, si rivolge loro come fossero i cugini che tornavano dalla gita. Tempesta sugli organi di informazione, evidente gaffe stupida della città, ma… Ma nessuno ha il coraggio di chiedere scusa, semplicemente scusa. Gli…

11 Ottobre 2019 0

Latina, Coletta e la politica delle cose a sinistra

Di Lidano Grassucci

Se leggi la politica per le sue ragioni interne troverai mille argomenti di discussione, ma se la leggi per gli effetti esterni la cosa si semplifica molto. A Latina l’esperienza politica di Damiano Coletta si stava per innestare in un quadro nazionale e regionale che predefiniva lo scontro, ed il…

10 Ottobre 2019 0

Sezze e le nuove povertà che non vediamo

Di Lidano Grassucci

Sugli ultimi eventi di cronaca di Sezze, ricevo e pubblico un intervento di Luigi De Angelis. Un contributo, spero, ad un dibattito sulla città. Grazie a Luigi per il suo contributo Detesto lo sguardo malinconico, il rimpianto del tempo che fu che si fa idealizzazione nostalgica. Guardare al presente richiede…

9 Ottobre 2019 1

Taglio parlamentari, risparmiare sulla libertà

Di Lidano Grassucci

In Italia hanno tagliato il numero dei parlamentari, così si risparmia. Non amo il risparmio in nessuna situazione umana, ci si risparmia il coraggio ma si diventa vili, si risparmia la generosità verso gli altri ma si rimane soli. Abbiamo tagliato 300 parlamentari si poco più di novecento, ma perché…

9 Ottobre 2019 0

Treno dixit21/ Quando l’assessore umiliò 007

Di Lidano Grassucci

E’ buio pesto, il maresciallo già chiacchiera. Gli altri arrivano alla spicciolata, il marinaio e il presidente viaggiano ad unisono per vie parrocchiali, l’assessore arriva con il peso della sua presenza che fa rumore. Il capostazione annuncia che il treno parte dal binario 3 e non dall’uno. La cosa ci…

8 Ottobre 2019 0

Storie d’autunno, la biglia

Di Lidano Grassucci

La biglia colorata ruota e pare elica con la scia. Elica… che non spinge barca ma fa traccia di colore. Da bimbo erano così belle le biglie di vetro, pulitissime con anime coloratissime. Bellissime. Quel movimento sinuoso lo ritrovai molto tempo dopo, come se quel ruotare fosse educazione al bello…

8 Ottobre 2019 0

Sezze e quel centro storico che si fa “strano”

Di Lidano Grassucci

Scrivo tanto, penso troppo e vi ho bello che rotto le balle, per questo oggi lascio la parola ad una lettera, me l’ha mandata un mio ex studente e figlio di un mio vecchio amico Francesco che colgo l’occasione per salutare. Sezze è un posto dove nella vita tutti si…

7 Ottobre 2019 0

Sezze, la minima e l’alibi… se fossero sani

Di Lidano Grassucci

Ho scritto, di Sezze e di cose brutte, di una ragazza di 14 anni violentata da un ultracinquantenne e… mi hanno detto che il problema era un altro. Ho scritto di una signora a cui hanno bruciato casa, la porta di casa, e… mi hanno detto che il problema era…

7 Ottobre 2019 0

Anpi: Liberi o liberati, discussione fuori tempo sull’Urss

Di Lidano Grassucci

Ringrazio gli amici dell‘Anpi di Sezze per avermi “costretto” ad una riflessione sulla libertà e sul totalitarismo. La vexata quaestio è se sono stati più cattivi i nazisti o i comunisti, se i comunisti sono stati liberatori o oppressori. Per l’Europa, tutta, sono stai, i comunisti al potere, versione del…

7 Ottobre 2019 0

Treno dixit 20/Sesa-Durigon, telefonami tra 100 anni

Di Lidano Grassucci

Eccolo il treno, è ancora buio, buio presto. Le facce sono di quelle che hanno sonno mancato, viaggio che vorresti dormire ancora un poco. Il marinaio è seduto sulla seduta di marmo che fa partenze e arrivi, è elegante come se questo viaggio fosse importante e forse lo è. Arrivano…

6 Ottobre 2019 0

Sezze, l’incendio che inverte la sequenza del tempo

Di Lidano Grassucci

Tra questi vicoli ti sentivi sicuro, al sicuro, i ragazzi seguivano la cronologia del tempo ed imparavano dai vecchi. Sì, investivano saggezza in futuro. Oggi a Sezze i ragazzi fanno paura, i vecchi non sono saggezza. Naturalmente generalizzo, naturalmente parliamo di estremi, naturalmente c’è qualcosa che nella nostra natura si…

6 Ottobre 2019 1

Giacomini e teatro, la morte del polo culturale in centro

Di Lidano Grassucci

Hanno tolto l’anagrafe, e va bene. I documenti non li fa più nessuno, vogliono comperare la Banca d’Italia ma non sanno perché, hanno chiuso d’urgenza il mercato annonario lo scorso dicembre non lo hanno neanche spazzato. Il centro perde le vocazioni, non ha più funzioni, ma una è incontrovertibile: quella…

5 Ottobre 2019 0

A Roccagorga “cacciano” i carabinieri… volontari

Di Lidano Grassucci

Il documento è del gruppo Pd-Uniti per Roccagorga, il gruppo di opposizione alla maggioranza che governa la città. Una vicenda singolare che lascio raccontare a loro ospitandoli. Spesso la voglia di cambiare tutto fa amnesia su tutto e perdiamo ragioni, storie e anche cose utili, non so se belle ma…