Piazza Moro, le strisce che finiscono dentro l’auto dei disabili. Brevetto tutto pontino

Piazza Moro, le strisce che finiscono dentro l’auto dei disabili. Brevetto tutto pontino

6 Ottobre 2020 0 Di Maria Corsetti

Non, non è una fake news. Non sta su bufale.net, ma a Piazza Moro. A Latina, nella città della fantasia, dove si procede per tentativi ed errori al fine di trovare la soluzione migliore.

Le strisce pedonali? Sono oggettivamente poco utili, visto che ognuno attraversa dove può.

Più che altro sono decorative, il bianco e il nero in fondo non passano mai di moda.

Da una parte all’altra della strada, sempre così, in tutto il mondo, ma che banalità. 

Ecco, un po’ di giallo e un po’ di azzurro per spezzare, un simboletto bianco per rifinire e il capolavoro è servito. Un bell’accordo cromatico che potrebbe fare scuola oltre palude.

Mi metto nei panni dell’ausiliario del traffico che trova un’automobile, senza tagliando disabile esposto, evidentemente parcheggiato, sulle strisce. E deve risolvere il dilemma se elevare la multa all’automobilista perché ha parcheggiato sulle strisce oppure perché ha parcheggiato in zona riservata.

Mi metto dei panni di una persona disabile che parcheggia lì e si trova una multa esposta sul parabrezza perché ha parcheggiato sulle strisce.

Mi metto nei panni dello juventino che leggerà in termini di metafora calcistica questa interpretazione delle strisce pedonali: “a fine campionato non ci arrivi”.

Mi metto nei panni del sindaco di Latina che si troverà questa foto su whatsapp e non sarà contento.

Mi metto nei panni di tutti i santi del calendario che saranno scomodati per una diversamente preghiera.

Mi metto nei panni di chi si è trovato all’improvviso di fronte all’evidenza di chi le strisce doveva farle lì e poi si è trovato il parcheggio disabili. E forse non sapendo che fare ha preferito lasciare le cose come stanno, tanto diciamocelo, le strisce non le rispetta proprio nessuno.