Latina 1932? Meglio Caboto 1497. La capitale che non sa di esserlo

Latina 1932? Meglio Caboto 1497. La capitale che non sa di esserlo

29 Novembre 2021 1 Di Lidano Grassucci

Severino Del Balzo, presidente repubblicano della Provincia, diceva che per governare Latina bisogna guidare la Provincia.

In Provincia ci sono i 33 sindaci, si fanno le strade che legano le città, le scuole che fanno il futuro. Si tessono rapporti. In Provincia non ci sono i parvenu della città giovane, idroponica, ma le comunità che hanno fatto la storia, che sono state nella storia. A Gaeta navigavano il grande mare quando gli altri avevano timore della pozzanghera, avevano la loro storia scritta quando altrove non vi era alcuna scritta.

Latina non è mai stata capitale, non ci è riuscita, troppo chiusa, troppo egoista. Latina si vergogna della sua stessa gente e anche gli “intellettuali” (si fa per dire) si vestono da romani mancati, negano anche le loro stesse lingue per sentirsi “fieri residui di borgata” e si vergognano di “tocca” per dire “daje”, si nasconde di se stessa, vergognandosi di essere originale e vuole nascondersi banale.

Quindi da noi è come se Marsiglia governasse Parigi. Ma questo è. A Latina sono sempre in guerra intestina, in nostalgie ricorrenti di storie assenti: gli altri hanno vere memorie che ne fanno grandi i presenti.

Latina vuole il porto quelli di Gaeta hanno scoperto il Canada. Latina si sente colta ma i libri li hanno inventati a Bassiano. Latina vorrebbe avere fede ma i Papi li eleggevano a Ninfa (comune di Cisterna). A Latina pensano alla bonifica quando secoli prima San Tommaso, a Priverno, pensava. A Latina pensano all’aeroporto ma gli aerei li progettava Alessandro Marchetti a Cori. A Latina fanno i colti di cinema e poesia ma a Fondi è nato il neorealismo con De Santis e Libero De Libero qualcosa ha poetato. (Non cito Sezze per evidente conflitto di interesse, le sue scuole e la sua devozione).

Vedete delle due l’una: o Latina fa, finalmente, la capitale e si prende, tutta, questa storia o sarà senza alcuna storia.

Claudio Fazzone, da Fondi, ha sostenuto di fatto Damiano Coletta, ha portato la Muzio in consiglio provinciale, ma se quelli di Latina non “investono” nella provincia sarà sempre Marsiglia a governare Parigi.

A Latina non debbono festeggiare il 2032, ma il 1497 quando Giovanni Caboto da Gaeta arrivò a Terranova e scoprì il Canada. Bisogna scegliere se essere qualcosa nel mondo o sognare la grandezza di borgo Sabotino.

 

Nella foto: Giovanni Caboto