Mozione affidi bocciata: Calandrini chiusura da LBC e PD

Mozione affidi bocciata: Calandrini chiusura da LBC e PD

13 Settembre 2019 0 Di Federica Perna

Bocciata la “mozione affidi” presentata dal gruppo di Fratelli d’Italia. Il Consiglio Comunale di Latina si chiude con i voti contrari di LBC e PD. La “mozione affidi” era stata presentata dal gruppo di opposizione a seguito dei gravi fatti di cronaca avvenuti nel comune di Bibbiano,documentati nell’inchiesta “Angeli e demoni”.

Di fatto, nonostante il rigetto della mozione, il Senatore e consigliere comunale Nicola Calandrini, è soddisfatto del tema portato in aula consiliare. Una questione tanto delicata come l’affidamento dei minori ,andava trattata. Ringrazia
l’assessore Ciccarelli che ha voluto coinvolgere gli uffici che hanno illustrato in modo approfondito le procedure seguite dal Comune di Latina. La mozione, spiega, non nasceva per mettere in dubbio l’integrità dei servizi sociali, quanto per chiedere maggiori garanzie dopo i fatti di “Bibbiano”. Si è anche parlato delle procedure che
riguardano gli affidi, considerate ineccepibili e sulle quali Calandrini ritiene che i controlli non siano mai abbastanza data la complessità della materia.

“Mozione affidi”: le parole nei confronti degli esponenti PD e LCB

 

“Dai banchi di LBC e del PD, ormai maggioranza di fatto, sono partite accuse di tutti i tipi tra cui quella di strumentalizzare la vicenda di Bibbiano, usare i bambini per vantaggi politici, avere una visione dei servizi sociali di cui non bisogna fidarsi. Niente di più falso. Ma quello che è più grave è che eravamo aperti a modifiche o emendamenti affinché si arrivasse ad una mozione condivisa. Da parte di LBC invece c’è stata la chiusura più totale perché a detta del capogruppo Bellini la mozione “Ha princìpi non ricevibili’”.