Cisterna, scampato pericolo, allarme auto bomba rientrato

Cisterna, scampato pericolo, allarme auto bomba rientrato

7 Ottobre 2019 0 Di Luca Cianfoni

Cisterna rientrato l’allarme auto bomba lanciato nella serata di lunedì 7 ottobre, i nuclei dei carabinieri, della polizia locale e dei vigili del fuoco accorsi sul posto sono andati via dopo che è stata verificata l’effettiva non pericolosità dell’auto in sosta nel parcheggio sotto la stazione dei carabinieri di Cisterna di Latina.

Il sospetto auto bomba a Cisterna

Eccellente il lavoro della stazione dei carabinieri di Cisterna di Latina, che dopo aver individuato l’auto sospetta parcheggiata nell’area di sosta riservata ai veicoli delle forze dell’ordine, hanno effettuato i controlli. Da questi si è capito che l’automobile, una Y10, risultava rubata in giornata. Tutti questi elementi hanno fatto subito scattare l’allarme e infatti i carabinieri della stazione di Cisterna di Latina hanno subito bloccato il traffico della via Carlo Alberto Dalla Chiesa, evacuato i possibili palazzi in pericolo, bloccata l’erogazione del gas e cominciato a procedere per controllare la situazione dell’auto e del suo contenuto.

Vigili del fuoco, unità cinofila e artificieri sono arrivati sul posto per effettuare i relativi controlli. A verificare che all’interno dell’automobile non ci fosse esplosivo hanno inviato in primo luogo il robot, poi un agente in assetto speciale e infine l’unità cinofila dei carabinieri.

Cisterna-auto-bomba

Il robot utilizzato nelle operazioni a Cisterna di Latina

Da capire il movente e motivo dell’abbandono dell’auto

Il tutto dunque, fortunatamente per la città di Cisterna si risolve in un falso allarme. L’auto ora è stata trasportata via e sottoposta a sequestro. Resta da capire però, come riporta un esponente della stazione dei carabinieri di Cisterna di Latina, il significato di questo gesto, perché posteggiare un auto rubata sotto la stazione dei carabinieri? Nei prossimi giorni dunque procederanno le indagini per scoprire più dettagli possibili e risalire a colui o coloro che hanno compiuto questo gesto che ha tenuto sotto scacco e con gli occhi puntati, tutta la città di Cisterna e non solo.