Piazza del popolo “invasa” dai Teletubbies complice  il futuro

Piazza del popolo “invasa” dai Teletubbies complice il futuro

24 Ottobre 2019 0 Di Lidano Grassucci

“Non so che viso avesse, neppure come si chiamava,
con che voce parlasse, con quale voce poi cantava,
quanti anni avesse visto allora, di che colore i suoi capelli,
ma nella fantasia ho l’immagine sua:
gli eroi son tutti giovani e belli,
gli eroi son tutti giovani e belli,
gli eroi son tutti giovani e belli…”

Parafrasando Francesco Guccini, non mi chiedo chi lo fa fatto, perché lo hanno fatto, la piazza piena è sempre “giovane e bella”. Insomma da più giorni piazza del Popolo a Latina è figa, è piena di ragazzi e ragazzini, e si sentono voci. Ci sono delle bolle sul modello Teletubbies dove, credo, si “giochi” con il futuro e, posso dire, che la cosa è allegrissima. I bimbi in fila fanno rumore nel viaggio per raggiungere la piazza, rimbombano sotto i portici, magliette bianche cappelli gialli (così non si perdono), le commesse use a vecchi che si vestono da giovani restano basite, i cani al guinzaglio hanno anche loro musi più belli, la gioventù contagia.

Ora non so perché, ma questa cosa è una cosa viva e per strada i vigili urbani non hanno il coraggio di dirgli alt, sta passando la meglio gioventù di Latina

China su fronte
si ses sezzidu pesa!
ch’es passende
sa Brigata tattaresa
boh! boh!
e cun sa mannu sinna
sa mezzus gioventude
de Saldigna

Cantano quelli della Brigata Sassari, una ode al vento di domani. Io ho visto in piazza la meglio gioventù di Latina e magari farlo sempre, farlo spesso, farlo all’infinito che il nostro nemico è quella malattia che chiamano senilità, con tutta la sua cattiva volontà.

Se l’ha fatto, o contribuito a farlo, il sindaco Damiano Coletta, bravo Coletta