Latina fa il compleanno, 87 anni “mal portati”

Latina fa il compleanno, 87 anni “mal portati”

14 Dicembre 2019 0 Di Lidano Grassucci

Dicono che Latina mercoledì prossimo farà 87 anni, continuano a dire che è una città nuova. A 87 anni non si è nuovi, cominci ad avere rischi di caduta, di romperti l’anca,  chiedi di voler andare piano. Anzi ti senti anziano. Decisi di non festeggiare alcun anno dopo il mio 18esimo, perché sarebbe andata peggio e volevo restare per il tempo a venire ragazzo come ero.

Non conosco umano che ha nostalgia per i suoi 80 anni, ed in genere non vorrebbe festeggiare ma sono gli altri che lo vogliono fare credendogli di fargli un favore invece lo distolgono dal suo ricordo dei 18 anni.

Guardatela questa città è cosi piena di rughe, così stanza, così triste. Una ruga è il teatro, è profonda e solca il viso, è umiliante tanto da darle dolore.

Una eccezione? Guardate i segni sotto gli occhi si chiamano mercato annonario e cittadella giudiziaria, sono antiestetici segni, segnano il tempo e ogni volta che si guarda allo specchio restano visibili e duri.

Direte basta? Guardate la pancia gonfia che è l’Icos sulla pontina, è enorme e pieno d’aria non ha più muscolatura solo gonfio gonfio di niente. E nessuno se ne cura, nessuno.

Se poi guardate in alto c’è quel grattacielo, il Key, che doveva stare alla città come stanno i Ray ban al volto di una donna bellissima, ora sono occhiali senza lenti e  manca anche la stecchetta che li fa stare fermi sulla testa.

E pure le gambe si sono gonfiate, ma dell’intermodale, nessuno parla più. non c’è neanche il binario. Un vuoto nel vuoto con le tasche più vuote dei contribuenti. Doveva essere il domani della vecchia signora Latina, un futuro nella logistica, è un presente alla nostra anticipata senilità

C’era una fabbrica all’ingresso di Latina ci facevano le cose caldi da vestire, quando vedevo in tv le cronache del Lanerossi Vicenza, io che vivevo nella città della Rossi sud pensavo che anche Paolo Rossi era un talento un poco mio. Uscivano centinaia di operai o operaie dal lì, come formiche, era viva. Guardatelo ora quel posto, le foglie d’autunno stanno facendo cancello al cancello e non c’è anima alcuna, come il giorno dopo di una catastrofe nucleare.

Ha 87 anni Latina, uno dei miei amici più intelligenti, si chiama Roberto, un uomo a forma di uomo, uno che conosce il mondo da dopo i 70 quando si presenta precisa quella data “fissa” aggiungendo “ben portati”.

Latina è una donna che dicono abbia 87 anni, ma ben portati non ci si può dire. E faremo festa, ma non capisco cosa ci sia da festeggiare.

 

 

IL PROGRAMMA UFFICIALE DELLA FESTA DI COMPLEANNO

Il Comune di Latina ha organizzato per il 18 Dicembre una serie di eventi per celebrare l’87esima inaugurazione della città:

– Alle  9 partirà il tradizionale corteo per la deposizione della corona d’alloro al Monumento del Bonificatore a Piazza del Quadrato, alla presenza di tutte le autorità civili e militari di Latina, del coro organizzato dalla scuola Giuseppe Giuliano che sarà accompagnato dalla Banda di Latina Gioachino Rossini.

– Alle  10.30, presso la Sala Conferenza nella Palazzina Direzionale dell’Ospedale Santa Maria Goretti di Latina, ci sarà il convegno di presentazione del Goretti Alta Diagnostica. Alla presenza del Sindaco di Latina, Damiano Coletta, del Magnifico Rettore dell’Università di Roma La Sapienza, Eugenio Gaudio, del Preside della Facoltà di Farmacia e Medicina dell’Università di Roma La Sapienza, Carlo Della Rocca, dell’assessore regionale del Lazio alla Sanità, Alessio D’Amato, al vicepresidente della Fondazione ‘Sanità e Ricerca’, Sebastiano Fidotti, del Direttore Generale della ASL Latina, Giorgio Casati, e del Presidente della Fondazione ‘Sanità e Ricerca’ Emanuele Francesco Maria Emmanuele.

 

– Alle 11 inizierà lo spettacolo teatrale Storie a mente, testi e regia di D. Gigliotti, a cura dell’I.C. Alessandro Volta, in particolare del plesso O. Montini) al Teatro Ponchielli.

– Alle 13.30, in Piazza del Popolo, farà tappa il Raid Reggio Calabria – Milano della Collezione Lopresto, un percorso di auto storiche.

– Alle 17, nella sala Enzo De Pasquale del Comune di Latina, ci sarà la prima assoluta del documentario ‘Agro pontino, storia di un territorio’ di Annibale Folchi, con la regia di Gianluca Botti.

– Alle 18 si terrà la seconda edizione di Latina Stories, Latina e i suoi personaggi a cura del Forum Giovani di Latina nel Museo Civico Duilio Cambellotti.

– Sempre alle 18, all’ex Cinema Enal di Latina Scalo, verrà inaugurata la mostra ‘Luoghi Nascosti’ a cura dell’associazione Il Riscatto.

– Alle 18, presso la Cattedrale San Marco, si terrà la messa solenne di dedicazione. A seguire ci sarà il tradizionale concerto ‘Aspettando il Natale’ realizzato dalla Schola Cantorum Diocesana Corodia in collaborazione con il coro diretto da Rita Bove e Anna Rita Mancini dell’I.C. Volta di Latina. L’ensemble Cordinieme in Volta sarà diretto dalla Professoressa Angelica Rita Giugliano.