PPI Cisterna, cosa ne sarà dal 1 gennaio 2020?

PPI Cisterna, cosa ne sarà dal 1 gennaio 2020?

17 Dicembre 2019 0 Di Luca Cianfoni

Sabato 21 dicembre alle 10 l’incontro pubblico nella sala Levi Civita di Palazzo Caetani sul PPI di Cisterna e della provincia di Latina.

PPI Cisterna, l’incontro su cosa accadrà nel futuro

Tiene ancora banco l’argomento PPI in tutta la provincia di Latina. Sono molti infatti i comuni interessati al futuro di questa infrastruttura sanitaria importantissima per i piccoli e medi comuni. In particolare per Cisterna, dopo il consiglio comunale in cui il direttore generale della Asl di Latina Casati ha spiegato molto bene la situazione della provincia e della città dei butteri, ha deciso di organizzare un incontro valido non solo per il proprio comune ma per tutta il territorio. Saranno ospiti di questa iniziativa i cittadini di Sezze, Priverno, Sabaudia e Rocca Massima che tempo fa avevano fatto ricorso al Tar contro la rimodulazione di queste struttura da PPI a PAP dal 1 gennaio 2020. La Regione Lazio poi con un nuovo decreto, ha annullato e sostituito il decreto 303/2019 garantendo la continuità delle funzioni del servizio in essere ma confermando la trasformazione dei PPI in Punti di Assistenza Primaria. Una vittoria per coloro che hanno fatto ricorso, ma la domanda che rimane è: basterà tutto questo per garantire la continuità dei servizi?

PPI tra presente e futuro

Coordinerà i lavori dell’incontro pubblico di sabato mattina l’avvocato Annalisa Romaniello, Direttore di Ledmagazine testata online, porteranno il saluto il sindaco di Cisterna Mauro Carturan, quello di Cori Mauro De Lillis, l’assessore alla sanità di Cisterna Federica Felicetti. Interverranno Franco Brugnola, esperto di programmazione sanitaria, su “I Punti di Primo Intervento nel quadro del Sistema di Emergenza Sanitaria Territoriale: disuguaglianze e criticità dell’attuale organizzazione”; Pasquale Lattari, patrocinatore ricorsi TAR Lazio sui PPI relazionerà su “Punti di primo intervento: l’emergenza e l’urgenza tra diritto alla salute e tutela della vita. La vicenda giudiziaria e le prospettive future”.
Al termine si terrà un dibattito pubblico nel quale i cittadini potranno intervenire per gli eventuali chiarimenti.

ppi-cisterna