Torrecchia Vecchia, a marzo si riaprono le porte

Torrecchia Vecchia, a marzo si riaprono le porte

13 Febbraio 2020 0 Di Luca Cianfoni

Il mese di marzo vedrà il giardino e la tenuta di Torrecchia Vecchia riaprire le porte ai turisti e ai visitatori interessati a scoprire uno dei Monumenti Naturali del Lazio.

La primavera riapre le porte di Torrecchia

Primavera non bussa lei entra sicura

come il fume lei penetra in ogni fessura

Così cantava de André nella sua canzone Un chimico ed è così che cominciano piano piano a riapparire sopra i rami degli alberi i germogli di quelle che saranno le foglie e i frutti della rinascita. La primavera si sta preparando a sbocciare e così anche Torrecchia Vecchia si prepara a riaprire le porte ai turisti e visitatori che vorranno visitarla. Il giardino e la tenuta, Monumento Naturale del Lazio, sono tornati visitabili al pubblico da pochi anni ovvero da quando è stata acquistata dalla famiglia Caracciolo. Questo luogo a dir poco magico si estende tra Cisterna e Cori, conservando una natura quasi primigenia, sconosciuta oggi ai più ma che invece era molto familiare agli antichi. Infatti numerosi popoli abitarono e transitarono per questi luoghi, non ultimi i romani che lasciarono al suo interno la testimonianza del loro passaggio, oggi visibile grazie a un ponte e a un mulino. Nel corso degli anni in questo territorio si è sviluppato un piccolo villaggio che ha visto il suo massimo splendore nel medioevo, lasciando il castello tutt’ora intatto.

torrecchia-vecchia-aperture

Uno scorcio dall’interno del Giardino di Torrecchia Vecchia

La visita alla Tenuta e la riscoperta del silenzio

Ma Torrecchia Vecchia non è solo la piccola cittadina con il suo giardino. Intorno a questa infatti si estendono prati e pascoli infiniti, dove ancora oggi sono presenti allo stato brado mucche maremmane che nella loro imponente regalità, battono ancora vecchi sentieri con il loro profondo sguardo; insieme a loro si potranno ammirare i cavalli al pascolo, che ricordano come negli anni ’80 qui c’era uno degli allevamenti di cavalli da salto ostacoli più importanti in Italia: l’allevamento del “Colle Rosso”. E poi ancora alberi secolari e prati infiniti dove riscoprire con estasi il silenzio e i suoni della natura, ormai sconosciuti agli abitanti delle città. Grazie all’escursione nella tenuta si potrà ammirare la cittadelle e il suo giardino da un’altra affascinante angolazione: il castello che risale all’epoca medievale ed il vecchio granaio, ora dimora della famiglia del Principe Carlo Caracciolo, si erge preponderante in cima al colle.

Come prenotare la visita al Giardino e alla Tenuta di Torrecchia Vecchia

Per prenotare una visita basterà andare sul sito di Torrecchia Vecchia e scrivere per prenotare la propria visita guidata al Giardino e alla cittadella

Per quanto riguarda la Tenuta invece si potrà visitare insieme a una guida il primo sabato e la terza domenica del mese

Maggiori informazioni al tel +39 3470191708.