Carturan alle imprese: “ora fate in fretta e bene, non abbiamo più tempo”

Carturan alle imprese: “ora fate in fretta e bene, non abbiamo più tempo”

7 Maggio 2020 0 Di Lidano Grassucci

Mauro Carturan è grosso, in tutti i sensi, ci si può andare d’accordo e anche no, ma certo non  è uno che non si nota. Chiama alle 14 del pomeriggio e, teatralmente, annuncia che farà una prolusione. Penso, ora si affaccia in piazza, no, per niente manda un video messaggio su Fb.

Tre minuti, ha fatto televisione (meglio, abbiamo fatto televisione) ed ha i tempi della comunicazione. Si piazza e parla: “Facciamo molta attenzione  perché il virus non è sparito improvvisamente”. Ma è la premessa, a cui aggiunge “l’invito” fatto ai dipendenti del comune, in separata sede, adesso pubblicamente parla alle imprese che lavorano per il comune, nei lavori pubblici fatto per contro dell’amministrazione: “dovete fare in fretta e bene, dovete ora lavorare con tempestività e precisione, non c’è più tempo da perdere”.

E’ uno dei pochi animali politici in circolazione ha capito che il Comune diventa centrale nella ripresa, che disporrà di risorse inimmaginabili a solo a febbraio scorso (non c’è più il patto di stabilità e arriveranno da Roma fondi da spendere in fretta e nuove possibilità) , bisogna chiudere con i lavori fatti per rilanciarne di nuovi.

Naturalmente lo fa alla Maurotto con la veemenza che lo contraddistingue di democristiano cispadano che non ammette repliche, i cispadani sono gente pratica che da da mangiale alle mucche per il latte e non  ha retropensieri piccolo borghesi, interpreta il tempo e lui conosce lo spartito.

Parla alle imprese, ma ancor di più alla città a cui dice che, come ha gestito la salute, ora gestirà la ripresa.

L’uomo è fatto così, sono che ora va su Fb.