Festa della mamma, Isa Baratta ricorda chi per amore si fece brigantessa

Festa della mamma, Isa Baratta ricorda chi per amore si fece brigantessa

10 Maggio 2020 0 Di Fatto a Latina

Oggi è la festa della mamma, e i ricordi della mamma non sono maschili o femminili, ma umani. Quest’anno per fare gli auguri a tutte le mamme che ci leggono e ai tanti figli che hanno la mamma e altrettanti che la piangono, l’augurio è di una giovane madre Isabella Baratta che con una sensibilità sottile, mai retorica, fa un quadro di un sentimento, di un legame, racconta il filo della vita. Un racconto che è di una madre che si fa brigante per i suoi figli e la sua libertà di donna. Perchè la vita è vero una rosa, ma ha le spine che “tagliano” la pelle. Questa è una storia di madre, io aggiungo solo la frase di mia madre che, pro domo sua, diceva “chi ti vuol più bene di una mamma o che ti finge o che ti inganna”. Una madre per i figli si fa brigante (l.g.)

 

 

Da che mondo è mondo la mamma è sempre stata protagonista della vita , spesso a riflettori spenti o dietro le quinte ma sempre personaggio principale . È lei che porta in grembo un figlio per nove lunghi mesi , lo sente crescere dentro di sé e lo ama già dal primo giorno . Spesso il ruolo di madre è dato per scontato . Io stessa ho capito mia madre quando sono diventata mamma anch’io. La storia ci racconta la vita di donne che sono diventate celebri per il loro ruolo di mamma . Alcune di queste storie valgono la pena di essere conosciute.
Francesca La Gamba nacque in Calabria nel 1768. Donna forte, coraggiosa e molto bella , attirò le attenzione di un ufficiale dell’esercito nemico che faceva occupazione in sud Italia . L’uomo tentò di sedurla , ma poiché Francesca lo respinse , lui volle vendicarsi fucilando i suoi due figli adolescenti , accusandoli di un falso reato . Francesca , distrutta dal dolore , smise gli abiti femminili e si unì ad una banda di briganti della zona. In breve tempo ne diventò il capo indiscusso . Anche i francesi si misero sulle sue tracce fino a quando , quegli stessi , caddero in un’imboscata e diversi di loro furono fatti prigionieri . Tra questi c’era proprio l’ufficiale odiato e assassino dei suoi figli. Con una coltellata Francesca lo scannò, gli strappò il cuore e lo divorò ancora palpitante . Quella di Francesca è una storia forte che mi ha colpito in modo particolare perché , per vendicare i suoi figli , ha cambiato completamente vita , si è messa in gioco rivestendo un ruolo non suo. Una mamma spesso questo fa , per amore dei suoi figli è capace pure di cambiare il suo modo di vivere , le sue abitudini . Una mamma , una mamma vera , è un uragano , è un raggio di sole col buio o se piove . Ti spiega la vita perché una mamma è la vita ❤️ Isabella