Cisterna, finanziati i progetti per scuole più sicure

Cisterna, finanziati i progetti per scuole più sicure

11 Giugno 2020 0 Di Luca Cianfoni

Finanziati dal MIUR attraverso la Regione Lazio i progetti per l’adeguamento alla normativa antincendio delle scuole: Plinio il Vecchio, Dante Monda, Alfonso Volpi, Aleramo-Cambellotti, Giovanni Cena.

Scuole di Cisterna più sicure

Sono state rese note venerdì scorso dal MIUR – Direzione Generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale, le graduatorie per il finanziamento degli interventi di adeguamento delle scuole alla normativa antincendio. All’avviso nazionale sono arrivate più di 5.500 candidature da parte dei comuni, oltre alle 1600 arrivate dalle province o dalle Città Metropolitane.
Anche il Comune di Cisterna, con una delibera nel mese di febbraio, ha partecipato al questo bando presentando un programma di adeguamento degli edifici scolastici del primo ciclo di istruzione (infanzia, primarie e secondarie di primo grado). La richiesta di adeguamento alle nuove normative antincendio rispettava i requisiti in funzione della anzianità dell’edificio, del numero degli studenti che frequentano quella particolare struttura scolastica e della classificazione delle scuole ai fini antincendio.
Dalla graduatoria pubblicata dalla Regione Lazio è emerso che su oltre 500 richieste di intervento ne sono state ammesse a finanziamento 88 di cui 5 presentate dal Comune di Cisterna di Latina.
Così gli istituti scolastici Plinio il Vecchio, Dante Monda, Alfonso Volpi, Aleramo-Cambellotti, Giovanni Cena, sono riusciti ad accedere al finanzimanento per apportare ammodernamenti e adeguamento del proprio impianto antincendio. Un passo in avanti per la sicurezza degli edifici scolastici, luogo in cui si formano e crescono i bambini di Cisterna.
L’importanza da attribuire alla scuola, nella sua funzione di educatrice pubblica infatti deve essere riportata in alto da azioni come queste, che mettano in sicurezza gli edifici, per poi passare a un implementazione del parco insegnanti, sempre molto pochi rispetto alle reali esigenze degli alunni e studenti.
Con l’approvazione dei progetti, dunque, l’amministrazione potrà effettuare interventi di manutenzione straordinaria ed adeguamento impiantistico conseguendo la SCIA antincendio.