Il Sole 24 Ore avverte: nessun rischio di contagio in call conference

Il Sole 24 Ore avverte: nessun rischio di contagio in call conference

9 Ottobre 2020 0 Di Maria Corsetti

Sono giorni un po’ così, con un’espressione un po’ così. Sospesi tra il lockdown della primavera e il solleone dell’estate che aveva dissolto tutte le paure e comprovato che anche, anzi solo, i ricchi si ammalano.

All’improvviso il mostro fa di nuovo capolino, ma questa volta non trova un popolo sconcertato e sveglio, pronto a produrre post su Facebook e pane fatto in casa. Trova mani corrose dall’amuchina, file ai drive in, chiusure a intermittenza, ansia ancora più di prima, quando rimanere a casa era sì un obbligo, ma almeno una certezza.

In questo pasticcio imprevedibile nel quale si può vivere come sempre e come sempre, ma un po’ di più, ammalarsi e morire, il tilt è in agguato e non risparmia proprio nessuno.

Tanto che il Sole 24 ore ritiene opportuno chiarire: I lavoratori in smart working che lavorano dalla propria abitazione, possono fare a meno della mascherina”.

L’uovo o la gallina? Eccesso di zelo di chi ha redatto il pezzo oppure chi ha redatto il pezzo si è arreso e ha ritenuto opportuno precisare che se uno sta a casa sua e lavora davanti a un computer a casa sua può fare a meno della mascherina? Attenzione: “può fare a meno” se uno poi se la vuole mettere liberissimo di farlo. Ci mancherebbe altro.

Ma non finisce qui. Sempre il Sole 24 ore si sente in obbligo di dare una motivazione a questa specifica: Il decreto legge, infatti, esclude l’uso della mascherina in casa”.

E con questo si estingue la ragione e quindi la ragion d’essere del genere umano.

Gente così magari la mascherina la indossa comunque per paura di un contagio nel corso di una call conference.

 

https://www.ilsole24ore.com/art/coronavirus-cosa-si-puo-fare-e-cosa-no-le-nuove-regole-varate-governo-mascherina-app-immuni-ADcAbCu