Micol Arpa Rock in concerto al Museo Cambellotti di Latina – sabato 13 marzo ore 19

Micol Arpa Rock in concerto al Museo Cambellotti di Latina – sabato 13 marzo ore 19

10 Marzo 2021 0 Di Glenda Castrucci
Sabato 13 marzo, alle ore 19 – nell’ambito del Bando “La Cultura e l’Arte al tempo del Covid”, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Latina -, sarà trasmesso in prima visione sulla pagina Facebook dell’Ente il concerto di Micol Arpa Rock, realizzato dall’Associazione Big Soul Mama presso il Museo Civico Duilio Cambellotti.

Chi è Micol Arpa Rock:

Micol Arpa Rock è un’artista prodotta da Ventidieci che ha rivoluzionato il mondo dell’arpa: grazie alle sue performance, per la prima volta questo antico e magico strumento viene apprezzato nel mondo rock, pop e nei più importanti festival.
Dopo un percorso classico – diplomata in arpa a soli 18 anni e scelta dal Maestro Riccardo Muti per l’Orchestra Cherubini – Micol decide di inseguire i propri sogni. Il suo spirito ribelle e la sua creatività la portano ad abbandonare i teatri per esibirsi nel più grande palcoscenico del mondo: la strada. Ha portato, così, la sua musica a diretto contatto con le persone.
Nel suo modo di suonare e nei suoi arrangiamenti riecheggiano i grandi classici del rock, dai Led Zeppelin ai Pink Floyd, dai Genesis a David Bowie e molti altri. Creando sonorità tanto coinvolgenti, Micol è riuscita ad arrivare al grande pubblico e tornare a calcare i palcoscenici, questa volta da solista, come unica arpista rock sulla scena internazionale.
Micol ha aperto il Festival Mondiale dell’Arpa a Rio de Janeiro e si è esibita per due volte al concerto del Primo Maggio in diretta Rai da piazza San Giovanni a Roma. Ha aperto i concerti di artisti come PFM, Goran Bregovic, Edoardo Bennato, Angelo Branduardi, Arisa, Simone Cristicchi, Chiara Civello.
Dopo aver pubblicato il primo album “Arpa Rock”, è ora in uscita il secondo intitolato “Play” con la produzione musicale di Max Marcolini (produttore di Zucchero e di Alexia) e dell’ingegnere del suono Fabrizio Simoncioni (componente dei Litfiba con alle spalle un centinaio di dischi d’oro, cinquantasette di platino e un Grammy).