La CNA Latina: Giuseppe Cannavale neo Presidente

La CNA Latina: Giuseppe Cannavale neo Presidente

29 Luglio 2021 0 Di Fatto a Latina

La CNA rinnova i suoi organismi

L’obiettivo é continuare a dare voce al mondo delle piccole e medie imprese attraverso un sistema di rete capace di intervenire a tutti i livelli. 

Semplificazioni burocratiche, regolamentazioni normative, facilitazioni nell’accesso al credito, tutela e promozione di nuove strategie imprenditoriali. Questi gli argomenti centrali dei lavori congressuali che hanno registrato l’elezione a neo presidente della CNA Latina di Giuseppe Cannavale, imprenditore di Formia.

Si è svolta, mercoledì 28 luglio, l’Assemblea quadriennale di Cna Latina per il rinnovo degli organismi che compongono il sistema della CNA fino al 2025.
Tanti gli imprenditori e le imprenditrici presenti che hanno eletto la nuova presidenza, la direzione e i vari organismi di revisione e garanzia così come stabilito dallo statuto e dal regolamento attuativo.

Ad affiancare il neo Presidente Giuseppe Cannavale nella composizione della nuova presidenza provinciale, c’è nella veste di Vice Presidente Vicaria Elisabetta Pisani. Parte di CNA Latina sono anche Salvatore D’Urso, Danilo Centola e Giuseppe Coco.

Tra gli intervenuti si è registrata la presenza di Lorenzo Tagliavanti, Direttore di CNA Lazio, di Erino Colombi, Presidente di CNA Lazio, e della Presidente provinciale uscente, Roberta D’Annibale, che ha assunto il ruolo di Presidente regionale di Impresa Donna.

Per la direzione sono 17 gli imprenditori della provincia di Latina eletti che andranno a comporre l’organismo esecutivo dell’associazione.

Rinnovato anche il collegio dei revisori e dei garanti presieduti rispettivamente da dott. Maurizio Simeone e dall’avvocato Maria Cristina Pansini.

Una menzione particolare al presidente del collegio elettorale, Alberto Santia di Sezze, che nel suo intervento ha tenuto a sottolineare il valore delle piccole e medie imprese come strumento che storicamente ha sempre aiutato il Paese e l’intero sistema produttivo ad uscire da crisi economiche, sociali e culturali simili a quella che stiamo vivendo oggi a causa dell’emergenza sanitaria.