Nicola Procaccini: assessore a titolo gratuito

Nicola Procaccini: assessore a titolo gratuito

21 Settembre 2019 0 Di Federica Perna

Nicola Procaccini è ufficialmente assessore all’Attuazione del Programma Elettorale. Quello di Procaccini sarà un incarico gratuito che sancisce ancora una volta il legame inscindibile con Terracina.

Roberta Tintari, ha siglato la nomina che conferisce la delega al deputato di Strasburgo. Un segnale che conferma così la voglia di continuare insieme un percorso iniziato anni fa. Si lavorerà alla realizzazione del programma elettorale presentato agli elettori e da essi approvato nel 2016.

Insieme per continuare a difendere Terracina

Nel 2016 abbiamo ottenuto la fiducia dei cittadini che ci hanno conferito il mandato di cambiare in meglio Terracina. Lo abbiamo fatto e stiamo continuando a farlo, affrontando anche situazioni drammatiche e impreviste. La squadra di governo non ha subito alcuna modifica dalla sua costituzione, evento che certifica l’armonia e l’unità di intenti di un’Amministrazione coesa e concentrata sul lavoro. Abbiamo ancora tanto da fare e la presenza di Nicola Procaccini, a titolo completamente gratuito e ricco di passione, ricompone nella sua totalità la giunta, confermando la ferma volontà di proseguire il lavoro e impostare quello futuro. So bene che non avrebbe mai smesso di supportarci, ma rivolgo un caloroso bentornato a Nicola nella compagine amministrativa. Siamo molto felici ed è un bel segnale per la città e per chi pensava ad un suo disimpegno”.

Nicola Procaccini conferma il legame con la sua città

“Avremo a disposizione pochi mesi prima delle prossime elezioni che arriveranno con un anno di anticipo rispetto alla scadenza naturale del mandato. Ciononostante non lasceremo nulla di intentato per completare quello che è stato avviato e per rispettare il più possibile il programma. Il legame con la mia città, rimane inscindibile. L’incarico europeo lo sto svolgendo con impegno e soddisfazione. Non perdo occasione di intervenire per difendere gli interessi dell’Italia e perseguire una casa europea più equa e giusta nei confronti di tutti i suoi membri. Terracina rimane il mio grande amore e la sua storia e collocazione geografica ne fanno una città emblema delle radici europee che difendiamo. Sono convinto che il suo sviluppo, rappresenti un contributo anche alla costruzione dell’Europa che sogniamo. Sento il dovere e il desiderio di offrire il mio impegno per proteggere la città da futuri avventurieri che possano riaffacciarsi alle nostre porte con le conseguenze che abbiamo già conosciuto”.