Treno dixit 20/Sesa-Durigon, telefonami tra 100 anni

Treno dixit 20/Sesa-Durigon, telefonami tra 100 anni

7 Ottobre 2019 0 Di Lidano Grassucci

Eccolo il treno, è ancora buio, buio presto. Le facce sono di quelle che hanno sonno mancato, viaggio che vorresti dormire ancora un poco. Il marinaio è seduto sulla seduta di marmo che fa partenze e arrivi, è elegante come se questo viaggio fosse importante e forse lo è. Arrivano il maresciallo e l’assessore, l’assessore ha la ventina d’assalto, mimetica con zip giallo Anas, il maresciallo sa che incontrerà il generale ed è vestito “in incognito”. Quanta gente in stazione e non è ancora mattino. Il treno oggi ci rigetta non ci sono i posti accanto, e la conversazione si fa rada, si fa direttamente a Termini. Dico: Sessa, intesa come Amici, ha messo all’angolo Durigon, sta in una fiction (una volta si chiamavano sceneggiati) di Sky, 1994…

Il maresciallo si meraviglia, l’assessore riconosce la “superiorità setina”, ma è il cinico maresciallo che ha problemi con le sue “non nozze” che la butta in caciara: “va be, avrà vinto la comunista Sesa, ma il riscontro è tra 20 anni?”

Che vuoi dire? “Che tra 20 anni su Sky futuro faranno una serio su quota cento e vedrai che Durigon farà la sua figura”.

E’ vero non ci avevo pensato

Vorrei incontrarti fra cent’anni
Rosa rossa tra le mie mani
Dolce profumo nelle notti
Abbracciata al mio cuscino
Starò sveglio per guardarti
Nella luce del mattino

Per dirla con Ron