Cisterna è viva, aria di festa in centro, tutto si fa bello

Cisterna è viva, aria di festa in centro, tutto si fa bello

27 Ottobre 2019 0 Di Luca Cianfoni

Oggi nel centro di Cisterna si vivono molte iniziative turistiche, la tappa cittadina di Cisterna delle Meraviglie, i Sapori dei Caetani, Tres Tabernae aperta insieme alla Fondazione Caetani e la prima messa di un prete missionario. Così la città torna a vivere.

Cisterna oggi torna a vivere

La moneta è caduta dalla parte giusta. Oggi Cisterna è una città viva, che si riscopre bella. Il suo centro cittadino è pieno di gente e di vita: la banda, il corteo delle associazioni, l’iniziativa i Sapori dei Caetani, la visita a Cisterna vecchia grazie a Cisterna delle Meraviglie e Tres Tabernae che torna per la seconda volta in questo mese ad essere aperta grazie alla Fondazione Caetani che mette in collegamento le stazioni di posta sull’Appia. Nella chiesa di Santa Maria poi, Don Diego Fieni oggi ha celebrato con tutta l’emozione del caso la sua prima messa, alla presenza del parroco Don Patrizio e di Don Livio, che poche settimane fa ha compiuto 50 anni di sacerdozio. Un momento questo che ha visto la comunità della cattedrale di Cisterna comunità viva, che si stringe attorno a un ragazzo che ha lasciato tutto della sua vita precedente, la carriera musicale, una scuola di musica avviata, per andare nel mondo ad essere missionario. Una scelta forte, un grande esempio per tutta la città di Cisterna.

I Sapori dei Caetani anche nel pomeriggio

Fino 22, a Palazzo Caetani e lungo i vicoli del Borgo sarà presente i “Sapori dei Caetani” organizzato dall’Amministrazione con il contributo dell’ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura nel Lazio) in collaborazione con Best Wine. Un percorso storico ed enogastronomico tra le eccellenze produttive del territorio e punti di degustazione gratuita presso Palazzo Caetani e la piazzetta tra Via dell’Anello e Via dei Fiori. Alle 18 presso la Sala Zuccari di Palazzo Caetani si terrà il convegno “Oleum nostrum. L’Olio delle Colline Pontine” a cura della CAPOL (Centro Assaggiatori produzioni Olivicole Latina). Per le degustazioni enologiche sarà possibile ritirare calice e tracolla con cauzione che verrà restituita alla riconsegna.

Cisterna viva, magari averla sempre

Avere tutte le domeniche così forse è chiedere troppo, ma credere nel progetto turistico iniziato con l’iniziativa di Cisterna delle Meraviglie non è fantasticheria, ma deve risultare obbligo. Solo così si può ricostruire agorà, senso di identità e di comunità di una città che nei giorni scorsi ha visto episodi di violenza efferati, con due fratelli mandati all’ospedale a colpi di spranga a distanza di una settimana. Queste iniziative hanno l’obiettivo certo di risolvere i problemi sociali di Cisterna, ma se continuate nel tempo creano sicuramente più unione tra chi vive la città.

Che la giornata di oggi non sia solo un caso della moneta ma che sia una strada intrapresa.