Le tigri di Latina per la Russia, una muore. Denuncia Lav

Le tigri di Latina per la Russia, una muore. Denuncia Lav

30 Ottobre 2019 0 Di Lidano Grassucci

Una tigre morta e un’altra in fin di vita: questo il tragico bilancio, al momento, del trasferimento di 10 tigri partite da Latina il 22 ottobre scorso e destinate a uno zoo in Russia, bloccate da sei giorni al confine tra Polonia e Bielorussia, a causa di questioni burocratiche.

Questa la nota della Lav

 

 

Pensavo che la fauna di qui fosse al massimo di un gatto inselvatichiti, a voler esagerare un cane che si illudeva di esser lupo, ma col cappottino. Invece leggo la denuncia della lega anti vivisezione (Lav) che denuncia i maltrattamenti e, in un caso la morte, di due tigri partite da Latina per “emigrare” in Russia. Un viaggio della speranza per i felini che invece?

Ma a Latina ci sono allevamenti di tigri? E dove? E perchè? Io credo che i cani debbano fare i cani, i gatti la stessa cosa e le tigri debbono stare al loro posto in natura e libere. Gli essere viventi non sono giocattoli e ciascuno va rispettato per la sua natura. Se, e dico se, si tornasse a convivere on gli animali per come sono e non a pensare a giocattoli che non possiamo avere, il mondo sarebbe molto più bello.

Ma ci sono qui tra noi allevamenti di animali esotici? Dove? Perchè? La morte e i maltrattamenti dei due animali sono cose terribili, ma anche è terribile la loro vita contronatura, umiliante per un predatore dipendere dal vezzo degli uomini che n e vorrebbero rubare la bellezza ma mortificano solo la fierezza. Mi spiace per la mia città che sta dentro una storia brutta perché stupida.

Ho un gatto, un lontano parente della tigre, si chiama Bullo è affettuoso e ci vogliamo bene, ma lui sta in giardino ed è libero. Io non lo capirò mai, mai i suoi occhi quando prende una lucertola, un topo, un serpente. Ma quando hai un amico come io ho lui non devi chiederti della sua natura, lui non mi chiede della mia, siamo d’amore e d’accordo perchè sappiamo le nostre cattiverie, per questo ci vogliamo bene, da liberi.

Mi spiace per le tigri, mi spiace per la tortura della loro morte, ma piango anche per la loro vita. La Lav denuncia le modalità di trasporto e le autorizzazioni, io chiederei chi ha commesso il crimine di uccidere la loro fierezza.

 

Nella foto un fotogramma del video sulle tigri di Latina