Sezze: l’ultima messa a Casal Bruciato

Sezze: l’ultima messa a Casal Bruciato

27 Novembre 2019 0 Di Lidano Grassucci

Pubblico la nota di Lucia Fusco, un appello su una cosa così distante da me, da farmi parte del problema a Natale prossimo si celebrerà l’ultima messa nella chiesetta di Casal Bruciato alla migliara 47 nella piana. Direte poca cosa? Io dico che tutti perderemo qualche cosa di noi, un pezzo, una strada possibile peer essere comunità complessa e non coabitazione piatta di persone estranee. Pregando, poi ciascuno lo faccia a suo modo, o anche imprecando in fondo ribadiamo di essere umani e non macchine. Questo l’appello di Lucia Fusco. (L.G.)

 

 

Cari compaesani, buonasera, scusate, stasera ho bisogno di tirare fuori un dispiacere, anzi un dolore che mi segue da qualche tempo. la notte di Natale sarà la messa che metterà fine alla chiesetta di Casal Bruciato sulla Migliara 47, tra Sezze Scalo e Pontinia. Un luogo abbandonato dalle istituzioni, dai servizi, ora anche dalla Chiesa. anche i santi sacerdoti a volte sbagliano. tutto è iniziato cancellando gli incontri del catechismo nella nostra piccola, amata chiesetta. questo ha allontanato pian piano le forze più giovani dalla chiesa di casale bruciato. così alla messa la domenica mattina si ritrovano solo una decina di anziani che abitano là nella zona. per prima cosa io piango per loro che rimarranno senza Dio, dal momento che non hanno nessuno che li porti in macchina, rimarranno senza Dio e isolati tra loro. Quell’appuntamento della domenica mattina sarà cancellato definitivamente. sono dispiaciuta per la chiesetta, un gioiellino che potrebbe essere un’eccellenza nel nostro territorio, non solo per la preghiera, ma per incontri, convegni religiosi, matrimoni e riti. invece fine. si chiude tutto, si sbaracca Gesù e lo si porta via, si cancella un’intera comunità in un Amen. che pianto, che dolore. Ma non sarebbe il caso invece di portare di nuovo il catechismo, qualche momento ludico natalizio, una rappresentazione teatrale, un presepe vivente? Scusate, mi viene da piangere e mi viene da dire: VERGOGNA!

Lucia Fusco