La chiesa di Casal Bruciato a Sezze resta “viva” ma on demand, parola di parroco

La chiesa di Casal Bruciato a Sezze resta “viva” ma on demand, parola di parroco

30 Novembre 2019 0 Di Lidano Grassucci

Beh, non sarà come era. Ma cosa lo è? Sta di fatto che l’allarme sulla chiusura definitiva della chiesetta di Casal Bruciato alla 47 “rientra”, meglio si ridimensiona. La questione sollevata via Fb da una fedele, Lucia Fusco, ha avuto una risposta dal parroco via Fb. Si potrebbe dire che le vie del signore sono infinite, ma il Signore ama i social. Di fatto, però, la vita della chiesetta sarò riservata ad “eventi”: dai funerali, ai matrimoni per chi lo desidera.

Era infondato l’allarme? La domenica le messe non verranno celebrate, rimarrà una chiesa on demand. Ma il mondo cambia, il Signore parla “social” e i fedeli frequentati pochi, una decina anche meno dice il parroco.

Il mondo cambia, ma non sempre in meglio.

Questa la nota del parroco della parrocchia San Carlo da Sezze

Non è vero che quella della Notte di Natale sarà l’ultima messa celebrata nella Chiesa di Casal Bruciato. Non si è mai parlato di chiudere la chiesa bensì di un ripensamento della prassi pastorale in base alla concreta realtà attuale. I pochi fedeli, nella media di 10 persone anche meno, che ormai da molto tempo frequentano la chiesetta la domenica mattina, non hanno in questo modo la possibilità di sperimentare la pienezza e la bellezza della comunità parrocchiale e domenicale. Infatti, si parla solo della messa domenicale, mentre la festa patronale, i matrimoni e i funerali per chi lo desidera continueranno ad essere regolarmente celebrati nella Chiesa di Casal Bruciato. La scelta, nata da un lungo discernimento operato a tutti i livelli della vita ecclesiale, prende semplicemente atto della situazione attuale affinché le persone recandosi nella chiesa parrocchiale, come molti già fanno, possano vivere un’autentica esperienza di comunità.  Il Parroco