Latina, muovono le donne: Miele e Muzio passano ai fatti

Latina, muovono le donne: Miele e Muzio passano ai fatti

11 Febbraio 2020 0 Di Lidano Grassucci

Ora che ci penso c’è una speranza, in tante cariatidi che stanno in giro c’è del nuovo. Qualche cosa  che racconta una cosa che dici: però mica l’avevo già sentita. In politica a Latina se una barzelletta ti ha fatto ridere una volta te la propinano mille, ma se sai il finale non ridi più. Invece, debbo dire, che di due storie non conosco la fine ma l’incipit è nuovo e questo è una grande svolta.

Annalisa Muzio ha iniziato un percorso sportivo e dei borghi o fate voi che di cui non si conosce l'”effetto che fa” , ma in tanti le hanno detto “vengo anche io” e gli ha risposto “perché no…” Una donna in una città dove le donne in politica bussavano per chiedere “posso” mentre era il loro posto.

Se Annalisa Muzio fa il suo nel centrodestra mentre tutti si baloccano in ardite ricerche del candidato ideale. Al pari di questo impegno la ricerca del Santo Graal è uno scherzetto e Parsifal rispetto a Claudio Durigon, Calandrini e Fazzone, è uno che molla subito. Cercano la coppa dell’ultima cena per impegnare le prossime. Naturalmente i miti non si toccano mai, ma illudono sempre.

Ecco se i cavalieri del dentro destra un poco “tondo” cercano, Giovanna Miele di Forza Italia apre il laboratorio, quelli della su parte cercano miti, lei investe sulla sua capacità creativa. Ribalta lo schema, si mette al centro del campo e non attende il permesso di entrare in campo.

Due donne, ci volevano due donne per cambiare i riti tutti maschili in cui ciascuno avanza attributi mai verificati ma tanto narrati.

Non so, ci vorrebbe la Sibilla Cumana, che effetto faranno queste manovre in rosa, ma almeno si capiscono.