Roccagorga, la sfida giovane di Nardacci

Roccagorga, la sfida giovane di Nardacci

4 Marzo 2020 0 Di Lidano Grassucci

Libertà non è il volo di un moscone… libertà è partecipazione. Lo canta così Giorgio Gaber quel dovere di esserci che oggi è “permesso a consultare lo smartphone”, oggi è distanze per pericolo di contagio, è il non luogo della politica virtuale ma senza l’umana virtù. Seguo la politica di Roccagorga per via di una anomalia tutta sua, qui non c’è la gente ma le persone che si appassionano, si sfottono, parlano di loro. Sono vive, sono vivide. In questo intervento risuonano termini che qualcuno ha fatto apparire desueti invece sono non contemporanei, ma indispensabili. C’era una vecchia fabbrica la Cz che faceva dischi in vinile, nella allora Cecoslovacchia comunista. Sono arrivati i cd, il comunismo è finito, sono arrivate pennette e internet, ma loro ostinati hanno continuato a fare vinili, dischi in vinile. Ora? I Cd sono spariti, la musica su internet è “sporca”, chi ama la musica vuole il vinile. Certo non registrano più i concerti dell’Armata Rossa, ma di dischi ne fanno tanti.

Come la partecipazione alla politica, come la casa del popolo un luogo fisico dove incontrarsi, come avere una parte nella vita della comunità contro l’altra parte che è un altro partito.

Roccagorga non è la politica come era, ma la politica come sarà quando torneranno le ragioni e non i ragionieri, le passioni e non le carriere, il cuore e non le strategie. Diamo voce a questo mutamento, a questa passione.

 

IL DOCUMENTO

 

È innegabile che moltissimi giovani non seguano attivamente la politica e che non ci siano più movimenti giovanili come quelli cantati dai cantautori degli anni settanta e ottanta. Ma di chi è la colpa? Una domanda complicata da evadere ma una risposta potrebbe arrivare dal PD di Roccagorga che ha puntato decisamente sui giovani per rinnovarsi e costruire una nuova stagione d’impegno.

A Roccagorga la casa del Popolo diventa lo spazio giovani. Tante le attività in programma tra cui un evento fissato già per sabato 28 marzo con musica, installazioni artistiche, performance culturali e ottima gastronomia.

Ricostruire un legame tra i giovani e la politica è il nostro interesse principale, riaprire la casa del popolo per renderla un centro delle attività culturali e politiche del nostro comune è l’obiettivo che ci siamo prefissati come segreteria locale.

Con queste parole interviene il responsabile delle politiche per i giovani del PD Roccagorga, Virgilio Nardacci classe 1998, che evidenzia come la nuova segreteria del PD di Roccagorga abbia scommesso proprio su un investimento generazionale per coltivare quel cambiamento necessario a rinnovarsi e definire una visione d’impegno per il futuro.

Con questo spirito e grazie all’apertura concreta ad una nuova generazione da parte del PD guidato dal nostro segretario Francesco Scacchetti, abbiamo deciso di tornare ad investire il nostro tempo per organizzare iniziative culturali dentro la casa del popolo con la consapevolezza che per troppi anni la politica è sembrata, purtroppo, solo un teatro di polemiche invece che uno strumento straordinario per qualificare la propria vita e tentare di cambiare insieme la realtà.

“I nostri sogni sono le speranze per un domani che rappresenti un giorno migliore da vivere, il nostro impegno l’elemento in cui si misura la forza di una comunità”.

Una società che vuole rinnovarsi, che vuole farlo con lealtà, deve avere il coraggio di dare spazio alle aspirazioni giovanili puntando decisamente sul cambiamento generazionale, sulla preparazione di energie nuove, queste affermazioni del segretario Francesco Scacchetti prosegue Nardacci, le faccio mie nella speranza di dare un contributo reale a questa linea politica.

Per il 28 febbraio abbiamo fissato un primo evento in questa direzione e a giorni chiuderemo il programma della serata per darne la massima diffusione e a presentarne i dettagli saranno direttamente coloro che ci stanno lavorando. Si perché il PD di Roccagorga è una squadra fatta di tante persone ed in cui ognuno ha spazio per essere protagonista.

Oltre ad eventi culturali, conclude Nardacci, insieme ai due vice segretari Virginia Ricci e Marco Restaini, anche loro giovanissimi, stiamo anche pensando di organizzare dentro la sede un punto informativo sia per le opportunità legate alle politiche europee che ai bandi regionali rivolti ai giovani come nel caso dell’avviso vitamina G pubblicato il 3 marzo e rivolto agli under 35.

 

 

Nella foto: Virgilio Nardacci, nato A Sezze il 7 settembre 1998 è diplomato in odontotecnico presso l’istituto superiore Einaudi Mattei di Latina ed è membro della segreteria politica del PD di Roccagorga nella quale cura le politiche giovanili