Covid 19 / Giorno zero sotto l’ombra del sospetto per i bus

26 Giugno 2020 0 Di Maria Corsetti

Sarà anche un giorno zero, ma l’ombra dei contagi di ieri è pesante. L’estate è arrivata e le spiagge sono affollate senza alcun plexiglass, lo stesso si può dire dei locali, per non parlare di alcuni uffici dove forse qualche criterio in più di smistamento avrebbe reso la vita più facile a tanti. Il sole ha fatto dimenticare il Covid e il caldo rende insopportabile anche la più glamour delle mascherine.

E succede che ieri erano quattro i nuovi contagi in provincia di Latina, tre nel capoluogo, uno a Pontinia. Un positivo è un autista. Un uomo che fa un lavoro a contatto con le persone, si può fare attenzione, ma l’attenzione devono mettercela tutti. E la nuvola nera del sospetto cresce, fa parlare, ma si continua con la vita di sempre.

La Asl sottolinea che i primi tamponi effettuati nei confronti degli autisti del C.S.C. Mobilità del Comune di Latina, per i quali è necessario attendere la giornata di domani per avere un “quadro definitivo” della situazione, sono risultati essere negativi.
E poi le raccomandazioni: rispettare rigorosamente le disposizioni vigenti sulla mobilità delle persone nonché tutte le prescrizioni in materia di rispetto delle distanze, del lavaggio delle mani e del divieto di assembramento. Si ricorda che, allo stato, l’unico modo per evitare la diffusione del contagio consiste nel ridurre all’essenziale i contatti sociali per tutta la durata dell’emergenza.

Intanto i canali nazionali della tivvù parlano di virus indebolito, mentre si procede con altre zone rosse in altre parti d’Italia e, soprattutto, dove il virus, avrà perso la sua forza brutale, ma non ha perso il vizio di saltellare da una persona all’altra senza troppe difficoltà.

Si attende domani, si naviga a vista, con le mani spellate dal gel disinfettante e si fanno ipotesi iperboliche sulle scuole. Ma, alla riapertura di settembre, saranno sempre gli autisti quelli in trincea, con mezzi affollati ai limiti di ogni civiltà.