Latina, l’app per “posizionare” le chiappe chiare in spiaggia…”prigioniera”

Latina, l’app per “posizionare” le chiappe chiare in spiaggia…”prigioniera”

22 Luglio 2020 0 Di Lidano Grassucci

Tutti ar mare,
tutti ar mare
a mostra’ le chiappe chiare,
co’ li pesci,
in mezzo all’onne,
noi s’annamo a diverti’.

Cantava così Gabriella Ferri, ora avrebbe dovuto cambiare versi: “Pochi ar mare, a prenotà dove posà le chiappe chiare, che s’annamo a contagià”:

Perché in Comune a Latina, dopo Sabaudia (le idee intelligenti  fanno proseliti), “monitoreranno” le spiagge libere che, quindi, diventano prigioniere. Ma non dico per scherzo ma sul serio: il Comune dal 24 luglio farà partire l’app “reservare”. 

Ti collegi col telefonino e prenoti: una posizione asciugamano con uso buca per il cocomero; o suite lusso con ombrellone; una posizione fianco canale; un posto spiaggina sulla risacca, posto in prima fila per ciavatta di plastica affiancata all’altra. Non è prevista la prenotazione per i cani, i gatti si sono esentati da soli.

Così facendo si vedrà chi ha “osa” andare al mare e se ci infettiamo l’app risale agli unti partendo dall’untore.

A Capoportiere ci sarà non  la dogana ma l’apperia dove verificheranno se stai in lista altrimenti? Ti tieni le chiappe chiare.

Leggo, rileggo e non mi stupisco ma basisco. Capito che dobbiamo fare ammuina, ma così è troppo. Nella spiaggia di Latina, che non fu mai Rimini, per andare da un ombrellone al’altro in tempi di “piena” devi prendere la metro (quella leggera), per organizzare una partita a carte devi contare anche il morto.

Non si è mai segnalato al mondo un contagio per via abbronzatura. Ma fa moda, e l’amministrazione per il politicamente corretto non si fa guardare in faccia.  Naturalmente l’app non è obbligatoria e quindi è un grande gioco telematico inutile e come avrebbe detto Toto: ma mi faccia il piacere.

La situazione é tragica ma non è seria.

 

NOTA DEL COMUNE (la nota è vera)

Da venerdì 24 luglio, a partire dal tardo pomeriggio, sarà attivo in via sperimentale il portale per il
monitoraggio degli accessi della spiaggia libera nel Comune di Latina, finalizzata al tracciamento sanitario e
alla fruizione consapevole del litorale. Chi vorrà accedere all’arenile pubblico potrà collegarsi al sito web
www.reservare.it e indicare il proprio accesso al tratto di spiaggia prescelto.
L’utilizzo di www.reservare.it non è obbligatorio ma l’Amministrazione ne raccomanda l’utilizzo in quanto si
tratta di uno strumento che consente di tenere traccia dei contatti e di mappare con rapidità un eventuale
link epidemiologico, come previsto dai protocolli delle autorità sanitarie in caso di un contagio. Inoltre
permette ai cittadini di scegliere, prima ancora di uscire di casa, la spiaggia con più posti disponibili dove
andare, prevenendo così possibili situazioni di affollamento.
Il portale, realizzato con tecnologia mobile e quindi adattabile ai diversi dispositivi, è di semplice utilizzo: con
pochi click si può verificare la disponibilità di posti nella spiaggia libera selezionata e pianificare la propria
giornata al mare nel rispetto del prescritto distanziamento fisico. A breve le funzionalità saranno disponibili
anche tramite app, scaricabile gratuitamente dagli store in base ai diversi sistemi operativi mobile (iOS e
Android).
L’utente, una volta effettuata la registrazione al portale, accederà inserendo il numero di telefono (usato per
registrarsi) e la password. Dopo il login, si potrà scegliere il giorno e una tra le tre fasce consentite: mattina,
pomeriggio o intera giornata. Dopodiché si procederà con l’individuazione di uno dei tratti di spiaggia libera.
Per ciascuna spiaggia vengono, infine, evidenziati il numero delle postazioni complessive ed il numero delle
postazioni ancora disponibili. Nella stessa, ovviamente, dovranno essere inseriti i dati di tutte le persone con
le quali si accederà in spiaggia.
«Il servizio di informazione che stiamo proponendo» afferma Cristina Leggio, Assessora alla ricerca,
all’innovazione e alla smart city, «funziona grazie al contributo di tutti. Le informazioni fornite dai cittadini
saranno integrate costantemente dalle rilevazioni in spiaggia fatte dagli addetti alla sicurezza. Accedere al
portale sarà molto utile per chi vuole raggiungere direttamente le aree del nostro litorale meno affollate o
valutare prima di partire da casa l’orario migliore per raggiungere in sicurezza il mare. Lo stesso strumento
potrà essere utilizzato per prenotare il proprio posto ad eventi ed iniziative promosse nel corso dell’estate.
Dopo la sperimentazione il portale sarà anche messo a disposizione delle attività presenti sul litorale, per
implementare il sistema integrato e collaborativo per la fruizione agevole e sicura delle nostre spiagge».
L’Assessora all’Attività Produttive, Simona Lepori, anticipa già l’utilizzo futuro: «Dopo la sperimentazione il
portale sarà messo a disposizione anche delle attività commerciali, che potranno utilizzare le funzioni
dell’applicazione per ottimizzare e promuovere gli spazi interni ed esterni e tracciare le presenze all’interno
delle proprie attività».