“A spasso con Daisy”, apertura di grande suggestione per la Stagione di prosa al Moderno di Latina

“A spasso con Daisy”, apertura di grande suggestione per la Stagione di prosa al Moderno di Latina

15 Ottobre 2022 0 Di Maria Corsetti

Il testo c’è, la recitazione è tanta, ma te ne accorgi solo alla fine perché durante lo spettacolo si è dentro fino in fondo, troppo per stare lì a riflettere sulle componenti. Abbonata da anni alla stagione del Moderno, da tempo metto in atto una formula: non leggo il cartellone, non so cosa andrà in scena, vado a vedere e basta. Arrivo all’ultimo momento, mi siedo al mio posto, accada quel che accada. Ammetto che alla coda dell’occhio non era sfuggito il nome di Milena Vukotic, quindi un po’, un bel po’, di pregiudizio positivo c’era. Corrisposto in pieno da un’ora abbondante di grazia.  “A spasso con Daisy” è il racconto delicato sullo sfondo un’America che nel secondo dopoguerra dà per scontato un certo ordine sociale, di cui il testo prende atto, limitandosi a qualche accenno, senza appesantire la trama. Milena Vukotic è Daisy Werthan, signora ebrea molto benestante, che vuole fare tutto da sé. Il figlio Boolie, Maximilian Nisi, assume un Milena Vukotic, Salvatore Marino

autista per la madre, dopo che lei ha avuto un incidente dove ha distrutto l’auto e tutto ciò che l’auto ha trovato sul suo cammino. Il ruolo dell’autista negro – nell’America del 1948, si dice negro – Hoke, è affidato a Salvatore Marino che restituisce il personaggio più sorprendente, dallo sfondo conquista il primo piano fino a sovrastare la scena nell’altissima poesia del finale. Un personaggio fatto di sfumature, che si fa strada tra la fermezza iperborghese di Daisy e la premura del figlio, in bilico tra l’esasperazione e la tracotanza.  Perfetta la regia di Guglielmo Ferro che si snoda tra gli spazi di una scenografia funzionale. Perfetto direi anche il pubblico di Latina che ha accolto lo spettacolo di apertura della Stagione del Moderno presentandosi puntuale ed educato, entusiasta senza indugi.

 

A spasso con Daisy

di Alfred Uhry

regia di Guglielmo Ferro

con

Milena Vukotic, Salvatore Marino, Maximilian Nisi

 

Le repliche al Teatro Moderno di Latina

Sabato 15 ottobre ore 17:00 e 21:00

Domenica 16 ottobre ore 17:30

www.modernolatina.it