Un Lidano che muore, un Lidano che non risorge

Un Lidano che muore, un Lidano che non risorge

3 Dicembre 2019 0 Di Lidano Grassucci

Che strana questa storia, a Sezze litigano per fare una statua sul belvedere a San Lidano, a pochi metri a Casal Bruciato sta morendo la chiesetta dedicata a San Lidano per… “mancanza di fedeli”. Certo non c’è filo, relazione, tra le due cose se non lo scorrere della vita. E non capita certo solo a Sezze, abbiamo costruito in periferia e ora ci meravigliamo dei centri storici vuoti. A Matera i sassi erano la vergogna d’Europa, oggi si fighi da morire. Schizofrenia di questa umanità. Ma se siamo umani, perchè non evitiamo la “stupidità”, non togliamo di mezzo i feticci e andiamo alle ragioni. Qualcuno pensa che la statua di San Lidano al Belvedere di Santa Maria ripopoli, ravvivi, il centro storico di Sezze. Ma Lidano non è San Gennaro che da i numeri del Lotto, agli afflitti fa salvezze immediate e ottiene “partecipazione” e devozione, lui pianta alberi, lui converte i tribolati nella tribolazione, insomma non ci verranno i pellegrini, e i “devoti”. Guardare Casal Bruciato alla migliara 47, lì ci vanno in 4/5, al massimo 10 alle funzioni e pure anziani. Non mancano le statue, le chiese, mancano i fedeli, manca la pietà.

Qualcuno dirà: ma i problemi sono altri, altro è lo scempio. Ma se l’umanità muore ciascun morente non ha meno dolore, non c’è un dolore collettivo ma tante gocce nel mare. Se mi bagno la faccia, mi asciugo, non lascio stare perché è tanta l’acqua nel mondo.

Sapete che non amo i feticci, sapete che la Fede non ha fatto Grazia a me (e forse mi pure dispiace), ma credo nel rispetto delle cose, nella loro misura: a San Lidano non serve un tributo, servono fedeli, servono che il suo magistero che era far cristiani i butteri non muoia nella indifferenza dei nipoti di quei butteri.

Perchè non mi piace la statua? Perchè sono in 4/5 che vanno alla funzione e questo sarebbe il problema dei preti, non manifestare la potenza della Chiesa. San Lidano tra il Belvedere onorato (si fa per dire) da signori incravattati e la chiesa di Casal Bruciato vuota, avrebbe evitato il primo e sarebbe andato a convertire nel piano.

Era un monaco Lidano non un cardinale, era uomo di esempio Lidano non evidenza della potenza di Dio. Nella palude si moriva per una umile zanzara non per una gigantesca tigre, Dio se ne frega delle dimensioni.

 

Ps: il confronto sul San Lidano della statua e il san Lidano della Chiesa, confesso, non è mia. Ma l’ho trovata geniale, e l’ho umilmente raccontata. Spero per parlare, per tornare a confrontarci, per non pensare alle proprie ragioni, ma a sostenere opinioni, anche radicali, ma mai definitive.